Quantcast

In Campania ospitati 100 bambini ucraini, in tasca la lettera di presentazione

Più informazioni su

In Campania ospitati 100 bambini ucraini, in tasca la lettera di presentazione. Sono arrivati  nella provincia di Napoli circa 100 bambini profughi della guerra in Ucraina.

Mentre alcuni di loro, fortunatamente, hanno già un posto dove poter esser accolti, altri sono giunti fin qui facendo un piccolo salto nell’ignoto sperando di trovare qualcuno che li possa ospitare.

Quest’ultimi portano con loro una lettera di presentazione scritta dai propri genitori che, con il cuore in mano, affidano i loro piccoli a chi potrà prendersi cura di loro mentre lottano per la propria libertà.

La prefettura di Napoli, in collaborazione con il Tribunale dei Minori, sta studiando la possibilità di semplificare la procedura di affidamento vista situazione di emergenza che stiamo affrontando.

Con l’obbiettivo di risolvere questa particolare situazione, all’incontro svolto mercoledì presso la Prefettura di Napoli, ha partecipato anche Giuseppe Scialla, Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Campania. il garante ha così spiegato il piano che si vorrebbe attuare:

“In 60 ore di corsi gratuiti qualificati per la docenza di autorevoli professori universitari relatori di diritto internazionale e rappresentanti del mondo giudiziario e scientifico, abbiamo formato i tutori volontari per i minori stranieri non accompagnati (MSNA), donne e uomini della società civile che d’ora in avanti saranno i loro rappresentanti legali affinché siano rispettati i loro diritti in ragione della condizione di vulnerabilità in quanto non accompagnati e ai quali è riconosciuto, dall’ordinamento giuridico italiano, il diritto di protezione, al pari dei minori, cittadini italiani o cittadini dell’Unione Europea”.

Scialla ha concluso ricordando che:

“Nel drammatico contesto generato dalla guerra in Ucraina con migliaia di bambini ed adolescenti profughi non accompagnati che arrivano sui nostri territori possiamo contare sulla preziosa attività di protezione e vigilanza, di supporto psicologico, legale e sanitario, offerta dai tutori volontari”.

Si spera che al più presto tutto ciò possa risolversi e questi bambini innocenti possano vivere la propria infanzia nella pace e nella serenità tra le braccia dei propri cari.

Più informazioni su

Commenti

Translate »