Quantcast

Sea Cloud II nelle acque di Sorrento tra passione e nostalgia

Il Brigantino a Palo adattato a nave passeggeri, Sea Cloud II è arrivata nel Golfo di Sorrento stamane proveniente dalle Bocche di Bonifacio , e ripartirà domani mattina alle 5.00 per Capri e poi Civitavecchia. Comandata dalla canadese  Kathryn Whittaker, prima donna comandante della marina canadese, porta  90 passeggeri e 60 di equipaggio.

La Gente di Mare della penisola sorrentina amalfitana lo osserverà con occhio attento perchè come questi a Seiano , a Marina di Cassano a Meta, ne sono stati costruiti decine e decine. L’economia della penisola , tra produttori, armatori e naviganti era basata dal ‘600 a tutto l’800, sul commercio effettuato con questo tipo di nave. Nelle Chiese da Sant’Antonino a Santa Maria la Vecchia e Santa Maria del Lauro, vi sono i quadri votivi offerti per grazia ricevuta, gran parte di essi sono Brigantini a Palo.

La crociera CHE STA SVOLGENTO , DAL  22/May/ AL 29/May/2022 

Sun 22/Civitavecchia  07.00 pm

Mon 23/Bonifacio/Corsica02.00 pm11.00 pm
Tue 24/Porto Cervo/Sardinia 08.00 am01.30 pm
Wed 25/At Sea 
Thu 26/Sorrento/Italy 01.30 pm
Fri 27/Sorrento/Italy 05.00 am
Fri 27/Capri/Italy 08.00 am05.00 pm

Sat 28/At Sea

Sun 29/Rome (Civitavecchia)/Italy 08.00 am

Sea Cloud II è stato fatto dal  costruttore navale spagnolo Astilleros Gondán, SA. La posa della chiglia si è svolta lì il 24 giugno 1998.Il sartiame è stato progettato e prodotto da Navicom a Wolgast. Le 23 vele sono state realizzate in Polonia. Sea Cloud II è stato lanciato il 18 marzo 1999. Il 22 gennaio 2001 sono stati completati i lavori finali. Il Sea Cloud II è stato battezzato il 6 febbraio 2001 a Las Palmas, nelle Isole Canarie. Lo sponsor era Sabine Christiansen.

Il Sea Cloud II ha una lunghezza complessiva di 105,90 m (347 piedi 5 pollici), e larga 16,0 m (52 ​​piedi 6 pollici).

Il brigantino a palo è un veliero di medie dimensioni che trovò larga diffusione tra il XVI e il XVIII secolo, ed era leggermente più grande e maneggevole del brigantino, grazie alla presenza di un altro albero e un altro sistema di vele. Presenta infatti tre alberi: quelli di trinchetto e maestra montati con vele quadre, quello di mezzana a vele auriche; presenta inoltre il bompresso. Veniva largamente utilizzato per scopi commerciali ma, grazie alla sua manovrabilità ed alle sue potenzialità, poteva facilmente essere equipaggiato in modo tale da poter scortare convogli commerciali difendendoli dai frequenti attacchi pirati. Il brigantino a palo aveva generalmente una portata media di 600-2000 tonnellate, anche se i primi modelli, compresi quelli italiani, si limitavano a 200-300 t. In seguito però, vista l’utilità di questa imbarcazione se ne aumentarono portata e stazza, tanto che intorno al 1870-1880, tutti i brigantini a palo erano dotati di una portata superiore alle 2000 tonnellate con una stazza compresa fra le 1000 e le 1400 t.

Recensioni di chi ha effettuato una crociera su questa nave:

Prima esperienza con questa compagnia di crociere a vela. Una piccola vacanza che mi lascerà ricordi indimenticabili. Il veliero è piccolo ma carino, ci sono i servizi di base e il personale contribuisce a creare un’atmosfera molto familiare. Bella crociera!

…….. diverse volte in passato e siamo sempre rimasti colpiti. Siamo rimasti ancora più delusi dalla cucina e dal livello di servizio di questo viaggio. Personale di servizio non qualificato, cuoco pessimo, cibo servito spesso freddo, scarsa organizzazione a bordo. Questo ad un prezzo di viaggio di oltre 20mila euro per 2 persone. Dopo le massicce lamentele di molti ospiti, la compagnia di navigazione ha rimborsato il 20% del prezzo del viaggio, del tutto insufficiente rispetto al piano sotterraneo. Mai più!

 

Mostra tutto il testo Nascondi
Translate »