Quantcast

Scafati, grave situazione del Pronto Soccorso Covid dell’Ospedale “Mauro Scarlato”

La segnalazione di un cittadino

Un cittadino ha inviato una segnalazione – riportata dal “TV Medica” – sulla grave situazione in cui verserebbe il Pronto Soccorso Covid dell’Ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati: «Ad un anno dall’inizio della eccezionale pandemia da Covid-19, visti sicuramente anche i numerosi ed incontrollati contagi che si stanno registrando nel comprensorio dell’agro nocerino sarnese in questi ultimi giorni, Vi segnalo le disumane criticità che stanno avvenendo ai pronto soccorso, in particolare quello dell’Ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati.

Il Pronto Soccorso ha una capienza minima di posti che sono occupati da pazienti che non trovano altro posto all’interno dello stesso Ospedale o nella rete degli ospedali campani, pertanto i gravi malati che arrivano in 118 rimangono fermi sulle barelle delle ambulanze ad attendere l’ingresso per il triage senza assistenza alcuna.

E’ mai possibile??? Si tratta di una situazione disumana, nessun responsabile ieri era presente a verificare la grave situazione che si è venuta a creare, il personale presente e la centrale del 118 rispondevano con il classico scaricabarile. La questione ha avuto anche un immediato eco mediatico, ne hanno parlato i telegiornali nazionali TG1 – TG3, il web e i maggiori quotidiani, anche in prima pagina. Dagli uffici delle direzioni nessuna nota è stata diffusa o a quanto pare nessuna procedura eccezionale è stata attivata. Il personale si è celato dietro ai no comment o rivendicava i propri diritti non riconosciuti per la grave difficoltà lavorativa o raccontava di trasferimenti inspiegabili di personale e posti letto all’Ospedale di Sarno.

A mio modesto parere, i pazienti potevano sicuramente essere registrati ed inviati alla TAC e per gli accertamenti urgenti al fine di definire lo stadio della malattia. Ci sono stati casi in cui l’accesso al Pronto Soccorso è avvenuto dopo 72 ore dall’arrivo in ambulanza, ma in media si parla di circa 24 ore. Chiedo, pertanto, di fornire spiegazioni concrete relativamente alla questione di Scafati e l’immediata attivazione di procedure a salvaguardia di un diritto costituzionalmente garantito: LA SALUTE DI TUTTI!».

Commenti

Translate »