Quantcast

Oggi si festeggia la Croce e Mezzaluna Rossa. Il sindaco di Vietri sul Mare: grazie a tutti i volontari

Oggi si festeggia il lavoro di soccorso che svolgono quotidianamente milioni di volontari della Croce Rossa. E’ l’occasione più adatta per spingere a riflettere sull’importanza di tale organo sempre al fianco dei cittadini che ne hanno bisogno. Si tratta di uno strumento che garantisce il rispetto dell’umanità anche in caso di interventi armati, idoneo a consentire ai civili di poter scappare, nonché agli operatori umanitari di non essere considerati un bersaglio.

Il sindaco di Vietri: grazie alla croce rossa Costa d’Amalfi

Anche quest’anno – scrive il sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone -, per la festa della croce e della mezza luna rossa, mi è stata consegnata la bandiera che rappresenta milioni di volontari che svolgono quotidianamente lavoro di soccorso. Grazie alla sezione della croce rossa Costa d’Amalfi, ed in particolare ai volontari di Vietri Sul Mare. Elogi importanti per un organo prezioso per la costiera amalfitana, sempre impegnato in pratiche per garantire la sicurezza di residenti e turisti.

Perché si festeggia oggi?

La festività cade il giorno della nascita di Henry Dunant, considerato il fondatore dell’Associazione. Centocinquant’anni fa, la battaglia di Solferino costituì una svolta per colui che poi fondò la Croce Rossa. In questa data in tutto il mondo si festeggia l’opera svolta dalla Croce rossa, perché tutti siano consapevoli delle molteplici iniziative verso i vulnerabili. Il nome e l’emblema della Croce Rossa vennero stabiliti con la Convenzione di Ginevra del 1864 per definire e riconoscere il carattere di neutralità degli ospedali, delle ambulanze e del personale sanitario durante i conflitti.

Commenti

Translate »