Quantcast

Piano di Sorrento, la braciola dell’Osteria Arcadia: un salto nella tradizione della penisola sorrentina

Ci troviamo a Piano di Sorrento, in piazza Cota. Un locale in una grotta di tufo ha attirato il nostro sguardo, si tratta di un luogo in cui gli antichi sapori sono all’ordine del giorno. Un tuffo nel gusto tradizionale della penisola sorrentina abbiamo potuto provarlo all’Osteria Arcadia, che si trascina dietro da anni una cultura agreste di Casa Nocillo, frazione collinare confinante con Arola di Vico Equense.

Le braciole napoletane al sugo sono dei deliziosi involtini di carne bovina ripieni di uvetta, pinoli, prezzemolo, aglio e pecorino. Vengono poi cotte nel sugo per ore, a fuoco lento: una ricetta della tradizione campana, insieme al classico ragù napoletano che prevede l’utilizzo di vari tipi di carne, preparata solitamente per il pranzo della domenica. Con il sugo delle braciole si condisce poi la pasta, preferibilmente corta, per realizzare così un pranzo completo e gustoso.

Ed ecco che possiamo sfatare un mito: la cucina semplice, casereccia e fatta di pietanze povere non è inferiore a nessun altro tipo di cucina. Pensiamo alle patate fritte col grasso animale per risparmiare, se era la sugna, il “sivo”, erano pure saporite, ma era sgradevole e attaccava le bocche il grasso di mucca. Insomma, l’Osteria Arcadia è il comune esempio di cucina vera, genuina e abbondante. In un mondo in cui la ricercatezza dei nuovi alimenti e gusti sempre più rari è all’ordine del giorno.

 

Commenti

Translate »