Quantcast

Cava de’ Tirreni: aggredita dal marito, è in rianimazione

Cava de’ Tirreni: aggredita dal marito, è in rianimazione. A fornirci tutti i dettagli è Simona Chiarello in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Una lite, come già avvenuta altre volte, poi in preda ad un raptus improvviso l’ha picchiata e ferita. Domenica sera, in una casa alla Petrellosa, si è consumata l’ennesima tragica storia di violenza. La donna, M.D.D., è stata trasportata in rianimazione all’Umberto I di Nocera Inferiore con un trama cranico e diverse ferite. Il marito, noto commerciante cavese di surgelati, è stato fermato ed interrogato dagli agenti del commissariato di polizia, diretti dal vicequestore Giuseppe Fedele. Ora sarà l’autorità giudiziaria a decidere eventuali provvedimenti a suo carico. Gli inquirenti mantengono stretto riserbo sulla vicenda, per tutelare il figlio della coppia, di appena due anni. Una nuova storia di violenza sulle donne che riporta la mente il brutale assassinio di Nunzia Maiorano, la donna uccisa dal marito, Salvatore Siani, con 47 coltellate davanti agli occhi del loro figlioletto di cinque anni. Nelle settimane scorse per Siani, la Corte di Cassazione ha confermato i trenta anni di carcere. Domenica sera poteva consumarsi una nuova tragedia, questa volta in località Petrellosa, tra Sant’Anna e Santa Lucia. Secondo le prime ricostruzioni, la donna, 41enne, era a casa con il marito e il loro figlio di appena due anni.

I MOTIVI Non si conoscono i motivi del raptus. Si parlerebbe di gelosia o di problemi nella crescita del bambino. Il marito, in preda ad un raptus, avrebbe colpito la donna che avrebbe battuto la testa. A quanto pare sarebbe stata colpita brutalmente. A chiamare i soccorsi sarebbero stati i familiari della donna, suoi vicini di casa. Come spesso accade in questi ultimi tempi, l’ambulanza di Cava era impegnata in un altro intervento e dunque è giunto sul posto l’equipaggio di Nocera. I sanitari hanno prestato le prime cure e poi hanno trasportato la donna all’ospedale di Nocera Inferiore dove è stata ricoverata nel reparto di rianimazione. Secondo il primo bollettino, la signora ha riportato un trauma cranico e diversa ferite. Nella giornata di ieri, i medici avrebbero rassicurato i familiari. La donna non sarebbe in pericolo di vita. Intanto gli agenti del commissariato di polizia, diretti dal vicequestore Giuseppe Fedele, hanno fermato il marito che è stato interrogato per molte ore. Tutti gli atti sono ora al vaglio dall’autorità giudiziaria che dovrà decidere su eventuali provvedimenti. Al momento è solo stato denunciato. Sotto choc un’intera città ed il quartiere dove l’uomo ha la sua attività commerciale. Nessuno sembrava credere a quanto accaduto. Il negoziante è da tutti considerato una persona educata e gentile. Ed invece domenica sera dentro le mura domestiche si è trasformato in un mostro.

Commenti

Translate »