Quantcast

SAN FRANCESCO SAVERIO CONPATRONO DI SORRENTO

Oggi 3 dicembre 2020, si celebra la solennità di San Francesco Saverio.

Auguri della redazione a tutti i Francesco/a, Franco/a 

Positanonews nella rubrica dedicata al santo del giorno racconta di questo santo https://www.positanonews.it/2020/12/oggi-la-chiesa-festeggia-san-francesco-saverio-2/3443673/. Qui invece vogliamo ricordare , anzi , lo fa Fabrizio Gusatafierro nel suo volume Lo stemma della Città di Sorrento, che san Francesco Saverio è tra i santi protettori di Sorrento.

……….Lo stesso Fasulo dopo aver sottolineato che “questo fatto delle votazioni per la nomina dei Santi Protettori, è varie volte ripetuto e costituisce uno degli usi più caratteristici di Sorrento nel secolo XVIII” aggiunge più avanti: “I fratelli della nuova  confraternita dei Sette Dolori, nel 1737, supplicano la “Città” di mettersi sotto la protezione “molto vantaggiosa” dell’Addolorata col farle ogni anno la stessa offerta che si dava alla vergine del Rosario. Il cavaliere Francesco Antonio Correale, chiamato a dar parere, esponeva che la città doveva, prima di eleggere altra protezione, ripristinare e pagare gli assegni fissati per gli antichi “patroni” tra i quali San Filippo Neri e la Maddalena. Ma l’Università nominava protettrice l’Addolorata senza votazione “viva voce, nemine discrepante” con relativa offerta”. Ed, infine, sempre Fasulo, arricchisce ulteriormente la lista puntualizzando: “Nel 1741, per secondare il volere della S.C. dei Riti, si rinominarono “a voti secreti” san Nicola da Tolentino a Patrono di Sorrento…. L’anno seguente il Parlamento Sorrentino, dopo aver fatta l’elezione dei soldati, previa Messa nel Carmine e giuramento di osservanza ai Reali Ordini, nominava, a voti secreti, anche San Rocco, Patrono. Nel 1749 poi per accrescere schiera dei protettori, si aggiungeva San Francesco Saverio con votazione a bussolo”.

Mentre Bruno Balsamo nel volume La confraternita del Pio Monte dei Santi Prisco e Agnello ci presenta la statua di San Francesco Saverio:

……Ai lati della Cappella vi sono due statue, una raffigurante Santa Gemma Galgani, fatta in tempi recenti, e l’altra San Francesco Saverio, vestita, con testa, mani e piedi in legno, molto antica e di buona fattura, dotata nel luglio del 1860 di “un raggio d’argento” e di una nuova veste a cura della nostra Confraternita che la ebbe per qualche tempo sul suo Altare.  ….

Generico dicembre 2020
San Francesco nella Chiesa del Gesu a Napoli

Mostra tutto il testo Nascondi
Translate »