Al Museo Correale lezione di restauro

Nell’ambito dei Giovedi al Museo, oggi, il tema era il restauro. La campagna di restauro intrapresa dal Museo Correale , grazie al Direttore Filippo Arch. Merola e al Presidente della Fondazione Gaetano Mauro, vive in questi anni il massimo splendore. Una stagione aurea in cui quasi tutte le opere sono state restaurate dalla Dott.ssa Alessandra Cacace da Andrea Porzio, assistiti da Angela Pepe tirocinante. L’importanza del restauro è senza dubbio una operazione importante che richiede grande competenze e conoscenze. Prima di intervenire per ogni opera è richiesta una progettualità fattibile e disponibilità di fondi. La prima opera restaurata fu, a cura della FIDAPA, presieduta da Giuliana De Angelis e Annamaria Balduccini, la Maddalena , che portò alla luce il teschio nascosto nell’ombra, e fu immediatamente attribuita ad Artemisia Gentileschi. Da allora la fortuna del quadro è esplosa, gira tutte le mostre in Europa.  Mentre il signor Paolo Abbisogno si è preoccupato del restauro delle opere lignee, come cassettoni , scrittoi e tavoli, riportandoli all’antico splendore. Sono tante le opere restaurate , e tante anche quelle in attesa di sponsor e poi restauri. Sono molti gli alberghi che si contendono il patrocinio delle opere e su questa linea si sta apportando nuova vitalità a tutto il Museo. Il Direttore, ha voluto esporre tutto il materiale in deposito, sia perché i cittadini fruitori avessero una idea dei contenuti , che per cercare supporto economico necessario. La risposta è stata positiva, e quindi, l’idea vincente.  A godere di queste argomentazioni presentate da Lucio Esposito è stata la Parrocchia di Sant’Agnello e l’UNITRE di Piano, nei prossimi giovedì avremo nuovi argomenti e altri ospiti.

Generico agosto 2020

Mostra tutto il testo Nascondi
Translate »