Quantcast
Vico Equense, il 30 giugno al via la rassegna “Ubik Vista Mare”. All’Hotel Le Axidie incontro con Carlo Cottarelli

Vico Equense, il 30 giugno al via la rassegna “Ubik Vista Mare”. All’Hotel Le Axidie incontro con Carlo Cottarelli

30/06/21

, :

Attenzione l'evento è già trascorso

Vico Equense si prepara alla quarta edizione della rassegna “Ubik Vista Mare – autori alle Axidie”, manifestazione curata dalla Libreria Ubik di Vico Equense in collaborazione con l’Hotel and Resort Le Axidie. La rassegna inizierà il 30 giugno e vedrà la partecipazione di importanti nomi della letteratura.

Il primo appuntamento sarà con Carlo Cottarelli che presenterà il libro “All’inferno e ritorno. Per la nostra rinascita sociale ed economica”. Il mondo sta affrontando la peggiore crisi economica dalla Seconda guerra mondiale. Il virus sta facendo danni più gravi di Lehman Brothers. E l’Italia? Bisogna tornare al 1945 per trovare un dato peggiore di caduta del Pil. La crisi ha messo in luce le nostre debolezze, certo, ma anche i nostri punti di forza, compresa la capacità di rispondere bene in condizioni di emergenza. Ma affrontare l’emergenza non basta, e non basta tornare a dove eravamo nel 2019: ora abbiamo davanti a noi la responsabilità della ricostruzione. Carlo Cottarelli si pone al confine tra il mondo che crolla e il mondo che verrà dopo. E, mentre ci accompagna nel labirinto delle possibilità economiche oggi a nostra disposizione, ci mostra come l’Italia abbia bisogno di tornare a crescere in modo sostenibile da un punto di vista sociale, finanziario e ambientale. Dobbiamo salvare la nostra economia, ma per farlo abbiamo bisogno di più uguaglianza, soprattutto nelle opportunità che vengono fornite alle nuove generazioni. Per questo ci vuole la politica, e infatti questo è un libro (anche) politico. Perché parla di come la società italiana dovrebbe funzionare sulla base di un principio ideale: la possibilità per tutti di avere un futuro nella vita, indipendentemente dalle condizioni in cui si è nati. È importante che le agende politiche partano da una chiara enunciazione della società che si vorrebbe realizzare. Altrimenti, la politica diventa personalismo, opportunismo e cinismo.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!

Translate »