Album di Default

POSITANONEWS ALLA MOSTRA RAFFAELLO. RIAPERTA FINO AL 30 AGOSTO

05/03 » 30/08/20

, , , :

Un percorso a ritroso per questa mostra su Raffaello, si parte dalla morte, con la ricostruzione del monumento funerario del Panteon e passando per il quadro delle esequie di Vanni si va sulle grandi opere supportate con raffronti e documenti di archivio.  Ci svestiamo delle teorie e degli studi , a volte combacianti e talora contrastanti, di Longhi, Argan, Zeri, Sgarbi e affrontiamo la mostra per godere della bellezza e della bravura del grande urbinate. Che muore a 37 anni e a 17 è già magister, titolare di bottega e assuntore di committenze importanti. Raffaello Sanzio è figlio d’arte , il padre era pittore della Corte di Urbino, apprendistato presso il Perugino, vive gli stessi luoghi e tempi di Leonardo, Michelangelo, Giulio II papa, Leone X  condividendo con Sebastiano del Piombo , Giulio Romano competizioni e commesse.   Speravamo ci fossero in mostra le opere di Raffaello che un tempo erano a Napoli, “Madonna del Pesce”  dipinta nel 1514 per conto di Giovanni Battista del Duce per la Basilica di San Domenico Maggiore, nel cuore della città partenopea, e ora all’Escorial, e il  “Ritratto di Dona Isabel de Requesens”, Viceregina di Napoli, realizzato dal maestro, per la corte partenopea, intorno al 1518, oggi al Louvre su donazione della dinastia Spagnola, ma ahimè non sono presenti.

Riapre il 2 giugno la mostra su Raffaello Sanzio, che celebra i 500 anni dalla morte del genio urbinate scomparso a trentasette anni. L’esposizione, che raccoglie 2020 opere dell’artista, sarà di nuovo accessibile ai visitatori a partire dal giorno in cui si festeggia la Repubblica italiana, fino al 30 agosto, ad accoglierla la meravigliosa coronice delle Scuderie del Quirinale. A renderlo noto le pagine social del palazzo di via XXIV Maggio, che ospita ogni anno prestigiose mostre ed eventi culturali. La data del secondo ‘via’ si attendeva da qualche giorno, quando sabato scorso in un post pubblicato sulla pagina Facebook, le Scuderie del Quirinale avevano comunicato che le novità ufficiali sulla nuova apertura sarebbero arrivate ad inizio settimana. Un’attesa che sta per concludersi per gli amanti della cultura, che attendevano da tempo di poter assistere all’evento imperdibile, unico al Mondo, che celebra mastria ed opere di uno degli artisti più grandi della Storia dell’Arte.

 

RAFFAELLO 1520-1483 ROMA, SCUDERIE DEL QUIRINALE 5 MARZO – 2 GIUGNO 2020

OLTRE DUECENTO OPERE PER CELEBRARE RAFFAELLO

Apre  giovedì 5 marzo, l’attesissima mostra “Raffaello 1520-1483” alle Scuderie del Quirinale.

 Apre al pubblico giovedì 5 marzo, l’attesissima mostra “Raffaello 1520-1483”, realizzata dalle Scuderie del Quirinale insieme alle Gallerie degli Uffizi. La rassegna, di ampiezza mai tentata finora, presenterà capolavori provenienti dai più importanti musei e da collezioni nazionali ed internazionali: 204 opere, di cui 120 dello stesso Raffaello, tra dipinti e disegni che i visitatori potranno ammirare fino al 2 giugno 2020.

Le visite, alla luce dell’attuale emergenza sanitaria in corso nel Paese, avverranno nelle migliori condizioni volte a tutelare la sicurezza di tutti, applicando rigorosamente le norme disposte dagli organi governativi. Sarà dunque possibile l’accesso alle sale ad un numero di visitatori tale da garantire il rispetto delle distanze di sicurezza interpersonale. Per questo motivo, è fortemente consigliata la prenotazione dei biglietti.

L'immagine può contenere: 1 persona

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!

Translate »