Quantcast
Mostra retrospettiva di Andrea  Bonanno “L’uomo contemporaneo tra degrado e riscatto”, opere 1976 - 2021

Mostra retrospettiva di Andrea Bonanno “L’uomo contemporaneo tra degrado e riscatto”, opere 1976 – 2021

11/12 » 13/02/22

EVENTO GRATUITO
: - Inizio ore 18.00 - Fine ore 23.30

SANDRO BONGIANI VRSPACE
Mostra Retrospettiva di Andrea Bonanno
“L’uomo contemporaneo tra degrado e riscatto”
Opere 1976 – 2021
A cura di Sandro Bongiani
11 dicembre 2021 – 13 febbraio 2022
Via S. Calenda 105/D, 84126 SALERNO (Italy).
https://www.sandrobongianivrspace.it/

Preview /AMACI – 11 dicembre 2021 ore 18:00
(L’evento partecipa alla diciassettesima giornata del contemporaneo
promossa da AMACI Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani)
#GiornataDelContemporaneo

“… le figure, come delle apparizioni inquietanti, uscite dai loro corpi reali per assumere delle forme declinanti il vuoto e l’assenza della spiritualità e della sentimentalità dell’uomo…”
In occasione di AMACI-17.Giornata Del Contemporaneo viene organizzata dalla Collezione Bongiani Art Museum di Salerno presso la Galleria “SANDRO BONGIANI VRSPACE” www.sandrobongianivrspace.it, la retrospettiva di Andrea Bonanno dal titolo, “L’uomo contemporaneo tra degrado e riscatto”, con opere dal 1976-2021 a cura di Sandro Bongiani. La mostra cerca di fare il punto sulla condizione anonima dell’uomo contemporaneo da lungo tempo indagata dall’artista con coerenza e originalità creativa. Una visione intesa come rivelazione della condizione di degrado, diretta ad investigare e a rispondere alla problematica del destino dell’homo tecnologicus, rappresentato come una figura estraniata dell’inconsistenza e da una tormentata scissione, incapace ormai di ricercare il suo essere e la sua vera identità.
Anonime presenze vivono atteggiate in un perdurante silenzio interrogativo e metafisico, così come gli spazi dell’uomo rivelati come aree di commisurazioni fra perdita e sogno. Una particolare weltanschauung dell’uomo presentato come desolato involucro, senza più organi interni e anima, a stento comunicanti tra loro, in un clima segnato da una ingrata solitudine e da un’assillante dissoluzione.
Sono presenze dell’assenza dell’umano che tentano invano di ritrovare la vitalità, di resistere all’immane perdita delle loro funzioni immaginative e critico-riflessive. Le figure convivono in paesaggi desolati, si aggirano in tossici scenari degradati sconvolti da una perdurante azione inquinante da sembrare riflettere anch’essi le stigmate dello sconvolgimento. Quasi sempre, mostrano il lato oscuro di una insolita staticità, in realtà, restano solo delle fugaci apparizioni, con presenze uscite dai loro corpi reali per assumere forme declinanti il vuoto e l’assenza. Stando a questa particolare tematica nel dipingere l’uomo indagata con un acuto atteggiamento “verificale”, riflessivo e critico, viene denunciata l’assenza perduta dell’uomo e l’invito ad un ripensamento, a ritrovare un barlume di riscatto, di possibile liberazione da una condizione che aliena profondamente e degrada profondamente l’uomo, conducendolo alla sua completa destrutturazione e ad una totale negazione della sua precaria e inconsistente condizione umana. Sandro Bongiani.

Breve biografia di Andrea Bonanno

Andrea Bonanno, nato a Menfi (AG), ha iniziato ad esporre a partire dal 1966, dopo aver rifiutato ogni pittura manieristica e fuori dalle fondamentali esigenze spirituali del nostro tempo. Pittore, saggista e scrittore, svolge da anni un’ intensa attività pittorica e letteraria, spaziando dalla poesia alla critica d’arte e alla letteratura, partecipando a molte manifestazioni nazionali ed internazionali ottenendo lusinghieri consensi di critica ed importanti riconoscimenti.

Ha pubblicato opere saggistiche, come L’arte e la verifica trascendentale (saggio critico, Edizioni Tracce, Pescara 1992, Per un’arte della verifica trascendentale (Edizioni Pubblicoop, Sessa Aurunca, 1994), La poesia di Pietro Terminelli (Edizioni L’Involucro, Palermo, 1995), La verifica nell’arte figurativa contemporanea ed altri saggi (Phasar Edizioni, Firenze, 2001), seguiti negli anni successivi da altri titoli: Saggi sulla poesia di M. Grazia Lenisa (Monografia), Edizioni Archivio “L. Pirandello”, Sacile, 2003. Il volume è stato ristampato in seconda edizione nel 2004 con l’aggiunta di altri saggi; Saffo Chimera di Maria Grazia Lenisa, (Commento), Edizioni Archivio “L. Pirandello”, Sacile, 2005, Poeti contemporanei per la verifica trascendentale (saggi), Ediz. Archivio “Luigi Pirandello”, Sacile, 2007, L’arte deviata, otto Biennali di Venezia ed altri saggi, Ediz. Archivio “L. Pirandello”, 2010, Il romanzo e la verifica trascendentale (Vittorini, Piovene, Saviane), Ediz. Archivio “L. Pirandello”, 2014, Van Gogh e la pittura <>, Youcanprint Self Publishing, Trecase (LE), 2016.
Sue opere e pubblicazioni sono in istituzioni, musei e collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!

Translate »