Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News
villa fiorentino syart

Apre i battenti a Villa Fiorentino il SyArtSorrento Festival mostra dedicata all’arte contemporanea. Vernissage sabato alle 19.00

11/05 » 09/06/19

EVENTO GRATUITO
, :

Attenzione l'evento è già trascorso

SyArt Sorrento Festival, evento espositivo dedicato al mondo dell’arte contemporanea, pur conservando i principi e gli intenti sostanziali degli esordi, peril2019 si apre a nuovi possibili dialoghi.
In_dialoguedifatti è il filo conduttore della terza edizione del SyArt Sorrento Festival, ospitato nelle sale di Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento,che sarà inaugurato sabato 11 maggio alle ore 19.00. La mostra, che potrà essere visitata fino al prossimo 9 giugno presenta in una groupexhibition artisti provenienti da undici diversi Paesi: Italia, Stati Uniti, Australia, Germania, Serbia, Spagna, Cuba, Libano, Israele, Egitto e Francia. Un tema che lega le dieci sale espositive MainRoom Pop Art, Neo-pop, Spazialismo, Figurativo (con due sale), Informale, Astratto-geometrico, Onirico, Fotografia concettuale Solo Room Julia Krahn, Solo Room Lello Masucci.

Alla guida anche quest’anno Rossella Savarese, curatrice e gallerista chehagià seguito la precedente edizione. L’intenzione progettuale è di dar vita ad un dialogo che s’innesta grazie ad un messaggio inviato da artisti quali Andy Warhol, Robert Indiana, Keith Haring e Roy Lichtenstein, indiscussi rappresentanti internazionali della Pop Art presenti nella Main Room Pop Art. Messaggio che, decodificato e rimodulato, trova nuove espressioni nelle opere esposte nella sala Neo-Pop e prosegue, animandosi all’interno del percorso espositivo in cui pittura, scultura, installazione, fotografia, si raccontano con più di cento lavori. Alla Solo Room dello scorso anno, se ne aggiunge una seconda, quest’anno assegnate rispettivamente all’artista di origini tedesche Julia Krahn ed all’artista Lello Masucci la cui opera storica del 1988 “Sacchi di Notti napoletane” è stata recentemente acquisita dal Museo Madre di Napoli. Consistente la partecipazione femminile, con una chiara volontà di lanciare un monito sulla presenza delle donne nel mondo dell’arte.

In_dialogueanche la location, Villa Fiorentino, in coerenza con un ampio progetto di mostre organizzate dalla Fondazione Sorrento che si va strutturando e realizzando nei suoi spazi. “Il SyArt Sorrento Festival è diventato un elemento fisso della nostra programmazione di eventi culturali di alto livello – spiega l’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano – ed anche quest’anno i visitatori avranno modo di ammirare opere di artisti di fama internazionale. Il tutto in vista dell’evento clou della stagione, la mostra dedicata ad Henri Matisse che sarà allestita a Villa Fiorentino dal 14 giugno e che ci terrà compagnia fino all’autunno”.

Tornando, invece, all’esposizione che apre i battenti sabato prossimo,In_dialogueè ancheSyArt, il cui Founder e Promoter Leone Cappiello, continua a sostenere e credere nel significato di “young” come accezione di nuovo, di impegno verso i giovani talenti ma che si amplia e cresce divenendo SyArt Sorrento Festival , in cui gli artisti storicizzati rappresentano sostegno ed humus fertile per i creativi che tentano di strutturarsi e proporsi nel settore contemporaneo.

Ed è proprio nello spirito d’incoraggiamento ai giovani e alla circolazione di idee fresche nel dibattito artistico che Arbiter, mensile di piaceri e virtù maschili, sostiene l’iniziativa, offrendo a uno dei talenti più meritevoli il Premio Fata Verde con la realizzazione entro la fine di quest’anno di una copertina dedicata al tema affrontato nella rivista. Si riconfermano i percorsi didattici curati da Simona Schiazzano, attraverso la realizzazione di più progetti educativi. Gli studenti sorrentini accolgono i visitatori fungendo da stewards ed hostess, esperimento approvato con entusiasmo già nella precedente edizione.

Tra gli eventi collaterali l’installazione dell’opera dell’artista israelo-americana Dalya Luttwak, Global Warning: The First Tropical Mangrove in Venicecommissionata in occasione della sedicesima edizione della Biennale di Architettura di Venezia 2018. La scultura, precedentemente installata presso il Giardino della Marinaressa e che rappresenta il complesso sistema di radici di un albero di mangrovie accoglie i visitatori all’ingresso di Villa Fiorentino. Sempre ad opera di Luttwak “Ivy Edera” scultura di 11 metri di altezza installata come progetto site-specific in via San Francesco, 25. Grazie ad UlysseNardin si potranno ammirare le tavole di Milo Manara che raccontano l’amore saffico tra Nadia e la sirena Ulyssa. Presentato al Salon International de la Haute Horlogerie di Ginevra uno dei modelli della manifattura di Le Locle sarà esposto proprio durante il Festival. Durante il Vernissage accoglieranno i visitatori un modello Ford Transit con un wrapping esclusivo ad opera dell’artista Monk e la Mustang #FightTheDarkness, la hero car realizzata da Ford Italia in collaborazione con il noto fumettista Fabrizio De Tommaso; ed ancora un casco ad arte da moto realizzato da un’azienda napoletana grazie all’estro creativo di Anna Font artista spagnola in mostra. Si chiuderà il sipario con la proiezione di un Video Mapping in 3D Contemporary Art in Motion sulla facciata della Villa a cura di Enrico Agresta e Francesco Cuomo.

Info sul sito www.syart.it

INFO UTILI

SyArt Sorrento Festival 11 Maggio – 9 Giugno

Villa Fiorentino, Fondazione Sorrento

Vernissage

11 Maggio ore 19.00

Orari

Lun-Ven ore 10,00 – 13,00 / 16,00 – 20,00 Sab-Dom e Festivi sino alle 21,00

Ingresso

Corso Italia, 53 Sorrento (Na)

Numeri utili

Fondazione Sorrento +39 0818782284 SyARTSpace +39 3332882217

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!