Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Tutto quello che devi sapere sul trapianto di capelli

Il trapianto di capelli Turchia è comunemente usato per trattare la calvizie ereditaria (androgenetica). Consiste nell’estrazione delle unità follicolari dai lati e dalla parte posteriore della testa dove i follicoli rimangono per tutta la vita (indipendentemente da dove sono posizionati) e vengono impiantati nella parte superiore della testa. Il fatto che la persona abbia i capelli sui lati e sulla schiena non significa che il paziente sia consapevole di ciò che può ottenere ed è molto importante che il medico abbia la capacità di far capire a ogni paziente quali aspettative può raggiungere secondo la superficie da coprire e l’area donatrice disponibile.

La caduta dei capelli negli uomini e nelle donne è un grave problema estetico ed emotivo. In caso di alopecia andro-genetica o tipica calvizie maschile, implica un aspetto più anziano e con la perdita della proporzione facciale e il recupero di detta proporzione estetica è lo scopo principale di questa procedura; Tuttavia, può anche essere utilizzato per ripristinare ciglia, sopracciglia, barba, peli del corpo e per riempire le cicatrici che sono il risultato d’incidenti, ustioni o interventi chirurgici.

Le tecniche più recenti consistono nell’ottenere e piantare i capelli così come nascono. Nell’uomo può essere trovato in gruppi da 1 a 4 capelli, chiamati unità follicolari.

Tecniche di trapianto di capelli

  1. Impianto manuale classico: in anestesia locale il chirurgo utilizza lame a baionetta molto piccole, aghi 18G e un bisturi in zaffiro (l’opzione migliore è il bisturi in zaffiro) per creare i fori del recettore (incisioni), che è il punto in cui verranno impiantate le unità follicolari. Comunemente, un team di assistenti esegue quest’ultima fase della procedura, utilizzando lenti d’ingrandimento e pinzette o pinze da gioielliere come attrezzatura.
  2. Impianto di capelli con tecnica DHI (Direct Hair Implantation): sebbene sia la tecnica più moderna e progressiva nell’impianto di capelli, è quella che ne abusa maggiormente (il follicolo); i follicoli piliferi vengono impiantati uno a uno direttamente, nell’area del trapianto in una specifica direzione, angolo e profondità utilizzando uno strumento speciale chiamato Implanters DHI, che fornisce risultati naturali al 100% e un recupero del paziente molto più rapido, poiché non lo fa durante questa procedura sono necessarie le incisioni rispetto all’impianto manuale, sebbene secondo le opinioni dei chirurghi dei capelli, l’unità follicolare sia gravemente abusata utilizzando questo metodo. È ideale per dare densità senza bisogno di radersi e per progettare la prima linea d’impianto.

3 Impianto di capelli con Keep: prima si praticano le incisioni con un bisturi in zaffiro, poi si carica l’unità follicolare, si entra nel foro senza maltrattamenti, si utilizza una pinza per abbassare l’unità follicolare attraverso la mastra. È il modo migliore per impiantare, il follicolo non viene praticamente toccato. Questo è stato inventato in Turchia. Queste prese sono calibrate in base al diametro del punzone utilizzato nell’estrazione (0,65 mm, 0,70 mm, 0,8 mm, 0,9 mm, 1 mm, ecc.).

Chirurghi esperti in impianti di capelli

L’impianto capillare deve essere eseguito da un chirurgo e da un team di grande esperienza e professionalità, poiché altrimenti sono molti i fattori che possono influire sul successo dell’intervento. Sia la tecnica di estrazione delle unità follicolari che il trattamento delle stesse prima del reimpianto sono fondamentali per ottenere la sopravvivenza del maggior numero possibile di esse sia prima che dopo aver proceduto con l’impianto. Inoltre i risultati possono essere antiestetici anche se i follicoli trapiantati non sono posti nel giusto numero, nel posto giusto e con una distribuzione che segue precisi criteri estetici che permette di conferire ai nuovi capelli un aspetto del tutto naturale.

L’impianto di capelli è un intervento chirurgico

L’impianto di capelli è una procedura chirurgica che viene eseguita in anestesia locale, quindi non è dolorosa. Tuttavia, come tale, può avere le sue complicazioni nel periodo postoperatorio, come un’infezione, un’infiammazione che può anche causare dolore o piccole cicatrici nell’area in cui è stato eseguito l’impianto. Tuttavia, questo è raramente il caso. Nel caso in cui venga utilizzata la tecnica FUT, il periodo postoperatorio sarà più lungo e più problematico.

Va anche notato che nella maggior parte dei casi i capelli delle unità follicolari trapiantate cadono due o tre settimane dopo l’intervento. Ma in nessun caso dovrebbe essere un segnale di allarme e supporre uno shock per il paziente, poiché dopo tre mesi emergeranno nuovi capelli e le radici saranno rafforzate.

Risultati

Un buon specialista dovrebbe informare debitamente il paziente sui risultati che si possono ottenere in base alle sue caratteristiche, in modo che non abbia un’aspettativa lontana dalla realtà. E questo è particolarmente importante nel caso delle donne. Negli uomini, dipenderà dalla misura del ripopolamento e dalla sufficiente disponibilità di unità follicolari donatrici.

In ogni sessione, a seconda della tecnica utilizzata, possono essere necessarie tra 1.000 e 5.000 unità e la densità dei capelli ideale per buoni risultati dovrebbe essere compresa tra 30 e 90 unità follicolari per cm2. Negli uomini con alopecia molto estesa, la tecnica di estrazione delle strisce (FUT o FUSS) può essere utilizzata e persino combinata con FUE per ottenere follicoli laterali, ma non ci si può aspettare di coprire allo stesso modo l’intera superficie alopecica.

La buona notizia è che i capelli che escono dalle unità follicolari trapiantate non cadranno più, anche se è probabile che non tutti progrediscano.

Tutto quello che devi sapere sul trapianto di capelli

Più informazioni su

Commenti

Translate »