Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Turchia, la destinazione ideale per il trapianto di capelli

La perdita dei capelli è uno dei problemi che genera più complessi e disagi, soprattutto tra la popolazione maschile. La Turchia si è convertita nella destinazione ideale per coloro che vogliono rimediare a questo fastidioso inconveniente. Una delle caratteristiche fisiche più relazionate alla bellezza, sia negli uomini che nelle donne, è avere capelli sani e corposi. Pertanto, quando iniziano a cadere, situazione più comune tra la popolazione maschile rispetto a quella femminile, si cerca di ricorrere ai ripari e trovare un rimedio, (lozioni anticaduta, fiale, compresse, etc.) che possa arrestare la perdita. Nella maggior parte dei casi, però, si tratta di un’operazione impossibile e i rimedi risultano inefficaci.

 

Oggi giorno, fortunatamente, esistono delle tecniche di trapianto capillare che funzionano, e che sono capaci di restituire alle persone affette dal problema della caduta, l’aspetto giovanile tanto desiderato.

 

La Turchia è attualmente uno dei paesi all’avanguardia in questa tecnica, ed è considerata come il paese dove vengono effettuati più trapianti capillari al mondo. Il Dr. Etoz, uno dei medici più prestigiosi a livello mondiale, collabora con CapilClinic per aiutare coloro che soffrono di questo problema.

 

Una delle chiavi di successo riscontrate nelle operazioni di trapianto capillare in Turchia, è legata al personale altamente specializzato e sempre aggiornato sulle ultime tecniche e progressi del settore. Il dott. Abdullah Etoz, chirurgo plastico ed estetico, supervisiona e assiste tutti i pazienti che arrivano nel paese per sottoporsi ad un trattamento con CapilClinic, azienda sanitaria leader nel mercato. Ha lavorato in cliniche prestigiose, come la famosa Mayo Clinic negli Stati Uniti. È membro di associazioni mediche nazionali e internazionali e diversi certificati attestano le sue qualità di esperto nel campo della medicina ricostruttiva. Inoltre, ha pubblicato studi e condotto esperimenti di alto livello. Per tutti questi motivi, è considerato uno degli specialisti più prestigiosi del settore.

 

Tutti gli interventi di trapianto capillare realizzati dal chirurgo alle persone che si recano in Turchia, vengono effettuati in una clinica attrezzata, che dispone di strutture all’avanguardia e di una equipe di professionisti altamente qualificati. È accreditata da JCI, Joint Commission International, modello di accreditamento internazionale che attesta i più elevati standard e che realizza valutazioni indipendenti per determinare se le organizzazioni sanitarie sono in possesso di una serie di requisiti standard pensati per innalzare i livelli di qualità dell’assistenza sanitaria.

 

CapilClinic si occupa direttamente della gestione dell’intero viaggio. I pazienti che vogliono recarsi in Turchia per tornare con una “nuova chioma di capelli”, devono semplicemente contattare la struttura che provvederà ad organizzare tutto, dalla sistemazione in hotel, prima e dopo l’operazione, fino alla messa in comunicazione col team medico che si occuperà del paziente nella clinica. Un traduttore lo accompagnerà nel giorno fissato per l’operazione. CapilClinic è riuscita a distinguersi dalla concorrenza, che sta crescendo in Turchia considerata la grande domanda di trapianto capillare, per i costi più competitivi e per gli interventi di qualità che garantiscono risultati fino al 98% e che nessun’altra azienda è in grado di assicurare.

 

Il Dr. Estoz e CapilClinic possono contare su una vasta gamma di trattamenti per il trapianto dei capelli. Di tutti questi, il più richiesto è il microFUE per vari motivi. Si tratta di una tecnica molto avanzata che riduce i traumi post-operatori, inoltre ha un costo molto più contenuto.

 

Secondo i calcoli, i pazienti che si sottopongono al trattamento spendono quasi diecimila euro in meno rispetto ad altre tecniche. Secondo i dati della clinica stessa, i costi di un trapianto di capelli, con un trattamento che prevede 5000 innesti, ad un prezzo inferiore alla media, può facilmente superare i 12.000 euro, cui vanno aggiunti una serie di extra inclusi nel pacchetto offerto per recarsi in Turchia. CapilClinic lo fa per poco più di duemila euro, tutto incluso, in uno dei più avanzati centri medici e avvalendosi di uno staff altamente specializzato. Non sorprende che sempre più persone scelgono la Turchia come meta per sottoporsi al trapianto di capelli. Non solo i pazienti che si sottopongono alla tecnica microFUE ne parlano bene. Anche i professionisti in campo medico riconoscono che si tratta di una tecnica efficace. Vengono utilizzati processi attinti direttamente dalla microchirurgia e presenta vantaggi che non si riscontrano in altri tipi di trattamenti. Il recupero è molto più rapido e si avverte meno dolore dopo l’operazione e durante trapianto di capelli. Inoltre, a livello estetico risulta migliore di altre tecniche, dal momento che non lascia cicatrici. Il risultato è un nuovo capello, recuperato e non si nota nemmeno che è stato trapiantato. Anche se il taglio dei capelli è molto corto, non si notano affatto i segni dell’operazione.

 

In seguito agli attacchi dell’IS e per il clima di instabilità politica, la Turchia ha perso una grande quantità di turisti, principale motore della sua economia. Con l’arrivo del turismo della salute in generale, e in particolare del trapianto di capelli, sembra che possa recuperare parte del terreno perso. Pertanto, non sorprende che si scommetta su un progetto il cui obiettivo è quello di attirare coloro che vogliono recuperare i propri capelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.