Referendum Costituzionale - riduzione del numero dei parlamentari
Si
No
50 |
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno
Elezioni Regionali CAMPANIA 2020
Vai allo speciale
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

I siti di comparazione: i motori di ricerca di ultima generazione

Oggi come oggi sappiamo benissimo che su internet si può fare praticamente tutto. È possibile fare acquisti, gestire la propria burocrazia e il proprio conto bancario, giocare, interagire con le persone. I siti web sono infiniti per ogni necessità si possa avere, ma è chiaro che non sono tutti uguali e affidabili, anzi, oggi sul web c’è ancora molta “spazzatura”. Imparare a distinguere, quindi, è fondamentale. Chiunque di noi abbia una necessità fino a oggi è andato su motori di ricerca come Google e ha inserito delle parole chiave di ricerca, affidandosi poi ai primi 3-5 risultati.

Da quando anche i motori di ricerca, come questo citato, è diventato però un business presentando annunci a pagamento, pubblicità e, comunque, una serie di risultati di fatto inutili fra cui dover pescare con difficoltà qualche risposta esauriente questo tipo di ricerca ha perso progressivamente la fiducia degli utenti. Ecco perché negli ultimi anni stanno emergendo sempre di più i siti di comparazione.

Come funzionano i siti di comparazione?

Questi siti permettono di confrontare diversi prodotti e servizi simili accedendo poi direttamente da lì ai relativi siti di interesse. L’obiettività di questi portali è spesso maggiore rispetto a tante classifiche di paragone che si possono trovare online ed è per questo che hanno la fiducia degli utenti. I siti di comparazione si sono andati con il tempo moltiplicando e variegando.

All’origine si trattava di siti per comparare cose come i costi dell’assicurazione dell’auto, ma poi l’argomento (pur restando) si è andato diversificando. Oggi ci sono siti di comparazione di moltissimi generi: siti che trattano una determinata categoria di prodotti, come Pagomeno o Trovaprezzi, siti per comparare gli abbonamenti ad internet, come SOSTariffe, siti per selezionare portali di gioco, come ad esempio questo casino online. Grazie a un buon sito di comparazione è possibile fare una ricerca mirata senza dover perdere tempo.

Come funziona un sito di comparazione

I siti di comparazione, detti talvolta anche info-commerce, si usano per trovare nel vastissimo mondo del web informazioni preziose su prodotti e servizi accedendo dagli stessi ad altri siti specifici (senza dover copiare l’indirizzo, ma semplicemente facendo un click). Questi portali hanno l’importante compito di comparare portali che trattano gli stessi servizi o gli stessi tipi di merce, offrendo all’utente un riassunto pratico di quanto di meglio vi sia. Il risparmio di tempo rispetto ad una classica ricerca su motore di ricerca è evidente.

In un mondo dove il tempo è un bene prezioso e non si fa altro che cercare modi per risparmiare tempo (oltre che denaro) è chiaro che i siti di comparazione sono visti da molti come i motori di ricerca del futuro e quindi sono il loro successo è in crescita. Ecco che quindi i siti di comparazione si stanno moltiplicando diventando una presenza costante in ogni settore di servizi e merceologico.

È chiaro tuttavia che anche nel scegliere un portale di comparazione bisogna valutare la sua affidabilità, approfondendo su chi ci sia alle spalle e tenendo d’occhio a quali siti tende a rimandare. In alcuni casi prendendo una percentuale sul prodotto a cui rimandano rischiano infatti di proporre solo merce e servizi costosi, a discapito dell’utente. Prima di utilizzare in modo continuativo un portale di questo genere, quindi, è bene informarsi un po’ ricercando informazioni sullo stesso, notizie o recensioni fatte da altri utenti che l’hanno usato.

Più informazioni su

Commenti

Translate »