Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Quali sono le principali carte di pagamento?

Carte di pagamento per ogni situazione

Le carte di pagamento rappresentano un gran bel vantaggio e diventa sempre più difficile vivere senza di esse. Permettono infatti di poter girare senza dover portare con sé una grande quantità di contanti. Potremo utilizzarle direttamente come metodo di pagamento o per prelevare contanti presso uno sportello ATM. Si rivelano inoltre il metodo più utilizzato per effettuare acquisti online o per sottoscrivere degli abbonamenti.

Non tutte le carte sono però uguali. Ognuna di esse ha le sue caratteristiche, i suoi punti forti e quelli deboli. Non esiste una carta migliore di un’altra. Per effettuare una scelta consapevole potrebbe essere utile consultare un sito che mette a confronto diversi parametri delle principali carte di pagamento per aiutarci nella scelta della tipologia di carta migliore per noi. Carte Top è uno dei migliori siti in questo senso. Ma andiamo a conoscere da vicino i principali tipi di carta.

Carte di debito

Una carta di debito solitamente viene rilasciata in presenza di un conto corrente. Su di essa è presente la quantità di denaro presente sul conto. Molto spessa viene utilizzata per prelevare contante in caso di necessità, ma può anche essere usata per effettuare pagamenti, sia online che attraverso il POS. L’addebito avviene in maniera istantanea, e non si può utilizzare del denaro che non è presente sul conto. I modelli principali differiscono tra di loro in base al costo del canone ed al raggio di utilizzo, che può essere nazionale o internazionale.

Carte prepagate o carte conto

Queste tipologie di carta sono tecnicamente delle carte di debito, visto che l’addebito avviene istantaneamente e non si possono utilizzare delle somme superiori a quella contenuta nella carta, ma non necessitano di un conto corrente, essendo rilasciate autonomamente. In molti casi vengono utilizzate per tenere dei piccoli importi di denaro destinati agli acquisti online.

Una tipologia di carta prepagata sempre più apprezzata è la carta conto. Rispetto ad una normale prepagata, essa possiede un codice IBAN attraverso il quale inviare e ricevere bonifici bancari. Si tratta pertanto di una specie di conto corrente semplificato, date le diverse operazioni che si possono effettuare. Alcuni decidono di indicare la propria carta conto come destinazione per il proprio stipendio o per la pensione.

Carte di credito

Così come nel caso delle carte di debito, anche in questo caso, essa viene rilasciata in presenza di un conto corrente che può essere fisico oppure online. La differenza sostanziale risiede nel fatto che la carta mette a disposizione un credito massimo da utilizzare entro un mese di tempo. Questa somma di denaro può anche superare quella presente sul conto corrente, visto che l’addebito non avviene sul momento ma il mese successivo.

Potremmo, ad esempio, avere 1000 euro sul nostro conto e 5000 euro di plafond sulla carta di credito. Potremo spendere fino a 5000 euro nel mese corrente, l’importante sarà far trovare sul conto la somma spesa nel giorno in cui di solito avviene l’addebito. La carta di credito è indispensabile per chi è spesso in viaggio, visto che consente di accedere ad alcuni servizi di cui altrimenti non potrebbe usufruire, come il noleggio di un auto.

Più informazioni su

Commenti

Translate »