Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Come prevenire in modo efficace l’invecchiamento della pelle

Per qualsiasi donna la comparsa delle prime rughe o di segni d’espressione sul viso rappresenta un evento poco gradito. Col tempo, il sistema connettivo rallenta considerevolmente la produzione di collagene ed elastina; inoltre, diminuisce anche la capacità dell’epidermide di trattenere acqua e diventa secca più facilmente.

Una crema viso rassodante come quella di Acqua alle Rose può essere un valido supporto perché contiene nutrienti come l’estratto di rosa damascena, ricca di flavonoidi. Questi ultimi sono i polifenoli tipici delle piante, in grado di trattenere notevoli quantità d’acqua: ciò rende gli estratti di questa rosa, dal profumo avvolgente, degli ottimi antiossidanti naturali che tonificano la pelle efficacemente, contrastando proprio la comparsa delle rughe.

L’olio di argan, poi, oltre a conferire ulteriore idratazione, crea una sorta di film protettivo che protegge dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento e presenti normalmente nell’aria, specie se particolarmente inquinata. Questa crema è molto ben tollerata, in quanto contiene ingredienti assolutamente naturali e ipoallergenici, quindi si può applicare anche due volte al giorno, la mattina e la sera, per garantire risultati ottimali.

Della stessa linea antirughe, fanno parte anche la crema specifica per la notte e quella per il contorno occhi. La prima, oltre agli essenziali estratti di acqua di rose, contiene ceramidi che sono lipidi (ovvero componenti grasse) normalmente presenti nella pelle, atti a mantenerla idratata e nutrita anche durante le ore notturne; nella seconda, invece, sono presenti caffeina ed escina, che defaticano il contorno degli occhi riattivando la microcircolazione e diminuendo il gonfiore delle borse e le fastidiose occhiaie.

Ben 5 rose nobili sono invece contenute nelle creme antietà per viso, occhi e corpo. Rosa damascena, rosa mosqueta, rosa canina, rosa centifolia e rosa gallica hanno peculiarità antiossidanti, lenitive, idratanti, rivitalizzanti e tonificanti. Si tratta di una sinergia ottimale, che riporta il viso a un ringiovanimento evidente già dopo le prime settimane di applicazione.

Ovviamente, prevenire l’invecchiamento della pelle con creme e sieri di ottima qualità come questi è solo uno dei modi in cui si può intervenire. Lo stile di vita, soprattutto in giovane età, sarà determinante per la salute in generale e per quella della pelle più in particolare.

Per esempio, esporsi in maniera indiscriminata ai raggi UVsenza i dovuti filtri solari o, peggio, con lampade abbronzanti molto frequenti, compromette notevolmente l’idratazione della cute, contribuendo alla formazione di rughe, nonché all’iperpigmentazione che crea sgradevoli macchie. Ancora più danni sono portati dall’inquinamento e dal fumo e, se intervenire sul primo è più complicato, il secondo si può eliminare facilmente a beneficio dell’intero organismo.

Non meno importante è l’alimentazione: una dieta equilibrata dovrebbe contenere, notoriamente, più porzioni di frutta e verdura giornaliere, per l’apporto di vitamine e sali minerali, ma anche per una corretta idratazione. Inutile sottolineare che questi vantaggi saranno determinanti anche per contrastare l’invecchiamento della pelle. 

Molto utili sono anche gli Omega3, presenti soprattutto nel pesce e antinfiammatori naturali, e le vitamine EeC, contenute in special modo nelle uova e negli agrumi. La vitamina B3, invece, promuove il rinnovamento cutaneo e si ritrova nel salmone, nelle carni bianche e nella crusca.

Una sana attività fisica, oltre a mantenere in forma il corpo, stimola le cellule staminali responsabili del rinnovamento cutaneo, promuovendo la produzione di quegli elementi (collagene ed elastina) che, come visto, diminuiscono con il passare degli anni.

Naturalmente, l’allenamento non deve mai essere eccessivo o portare, addirittura, a una condizione di stress: quest’ultimo, infatti, è un ulteriore fattore di rischio, perché immette in circolo ormoni poco salutari (cortisolo), i quali hanno gli stessi effetti dei radicali liberi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »