Referendum Costituzionale - riduzione del numero dei parlamentari
Si
No
50 |
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno
Elezioni Regionali CAMPANIA 2020
Vai allo speciale
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Perché proteggere la propria abitazione con un’assicurazione sulla casa

Secondo quanto riportato da un’indagine Istat, la casa è ancora il bene primario per le famiglie, che possiedono oltre il 90% del patrimonio residenziale totale. Sono ancora pochi però quanti hanno scelto di proteggerlo con una polizza assicurativa. D’altronde diventa obbligatorio solo quando si deve accedere a un mutuo: in quel caso infatti è richiesto dalla banca come garanzia a tutela del finanziamento concesso, contro il rischio di incendi, fulmini, scariche di corrente e altre problematiche di vario genere.

Come funziona la copertura assicurativa domestica e cosa include

Ma come funziona nello specifico un’assicurazione sulla casa? Una copertura domestica provvede a risarcire il proprietario sulla base del massimale stabilito. Se i danni superano questa cifra, la differenza non viene rimborsata. Chiaramente più il tetto è alto, più lo sarà la rata annuale da pagare. Altro dettaglio da non sottovalutare nel contratto è quello relativo alla franchigia, cioè l’ammontare minimo sotto il quale il danno (in genere piccoli guasti) non viene liquidato. Tra le cose che vengono incluse ci sono danni a terzi, membri della famiglia, animali domestici o lavoratori che prestano servizio in casa. Ma anche incendi provocati da cortocircuiti, fiamme sprigionate dal camino, eventi calamitosi dovuti a condizioni climatiche avverse, furti e rapine a protezione dei beni che possono essere trafugati. E ancora catastrofi naturali come terremoti e alluvioni che portano alla distruzione completa della casa o a danni consistenti, infortuni domestici che determinano un’invalidità permanente e assistenza per la manutenzione in caso di guasti o di interventi urgenti.

I motivi per cui sottoscrivere una buona polizza sulla casa

Tante variabili da cui proteggersi e la convinzione che “no, tanto non capiterà mai a me”, comincia a perdere sempre più seguaci. Negli ultimi anni, anche in seguito all’aggravarsi dei cambiamenti climatici, sono purtroppo aumentati i casi di calamità naturali e gli imprevisti legati a situazioni straordinarie (alluvioni, terremoti o altre catastrofi). Un report realizzato da ANIA, ad esempio, spiega che almeno il 75% delle case in Italia è potenzialmente a rischio. Ecco perché non sorprende che sempre più persone stiano contemplando queste coperture all’interno dei loro pacchetti assicurativi. A ciò si aggiunge che oggi è semplice fare richiesta online. Sul web sono tante le compagnie assicurative che offrono polizze personalizzate a seconda delle esigenze, ad esempio sul sito di Groupama Assicurazioni è possibile richiedere un preventivo per l’assicurazione in maniera molto rapida e semplice.Basta indicare alcuni parametri – che variano a seconda della compagnia – relativi all’abitazione che si intende coprire: metratura, tipologia, numero stanze, sistemi di sicurezza e porte blindate o finestre rinforzate, dati dell’assicurato, ecc.

Vista la situazione si capisce perché sempre più persone stiano intraprendendo la strada della copertura assicurativa, i cui benefici sono ormai piuttosto noti.

casa

Più informazioni su

Commenti

Translate »