Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

L’importanza dei dissuasori elettromeccanici per la sicurezza di una città

Hai mai sentito parlare dei dissuasori elettromeccanici? Si tratta di complementi per l’arredo urbano che, pur svolgendo una funzione importantissima, vengono spesso sottovalutati. Sicuramente ti sarà capitato, almeno una volta, di notare un’auto che non avevi mai visto parcheggiata nel cortile del tuo condominio. O di trovarti impossibilitato a uscire da un parcheggio perché qualcuno ti ha ostruito il passaggio con la sua macchina.

Situazioni di questo tipo, oltre a essere particolarmente seccanti, rappresentano anche un potenziale rischio per la sicurezza. Per nostra fortuna, tuttavia, possono essere facilmente risolte con l’installazione dei dissuasori, in particolare dei dissuasori elettromeccanici di Urban 360 Srl, che rientrano tra quelli maggiormente sfruttati sul territorio italiano.

In virtù dell’elevata qualità e della longevità che hanno dimostrato di possedere, infatti, questi dissuasori sono molto richiesti e apprezzati. In quest’articolo, pertanto, te li descriveremo nel dettaglio, cercando di capire in che cosa consiste la loro particolarità e come possono contribuire al miglioramento della sicurezza stradale.

Perché i dissuasori elettromeccanici sono importanti per la sicurezza della città

Lo scopo principale dei dissuasori elettromeccanici è quello di essere usati per gestire l’accesso a luoghi pubblici e privati. Barriere di questo tipo vengono infatti installate all’ingresso di parcheggi, aziende, condomini e abitazioni private; ma anche per delimitare aree perdonali, a ridotta circolazione, piazze e centri storici. Il loro obiettivo consiste infatti nel regolare i flussi in entrata e in uscita, specialmente per quanto concerne le automobili.

I dissuasori sui quali vogliamo porre l’attenzione, in particolare, sono quelli a scomparsa, che rappresentano senza alcun dubbio la soluzione migliore in assoluto. Come s’intuisce chiaramente dal loro stesso nome, infatti, si tratta di barriere comandate a distanza tramite radiocomando o comando da remoto, che vengono interrate allo scopo di risultare invisibili e non intralciare il traffico quando il loro utilizzo non è necessario. Nel momento in cui vengono attivate, tuttavia, emergono lentamente dal suolo fino a occupare il passaggio e impedire così gli accessi indesiderati.

Proviamo un attimo a visualizzare tale funzionamento in relazione agli esempi che ti abbiamo proposto prima. Se i dissuasori elettromeccanici fossero installati all’ingresso del cortile del tuo condominio, non vedresti mai più macchine sconosciute parcheggiate, in quanto l’accesso sarebbe riservato ai soli condomini, bloccando qualsiasi estraneo. Collocati all’ingresso di un parcheggio pubblico, invece, eviterebbero le soste selvagge e tu non rischieresti di rimanere bloccato con la macchina.

Ma la loro funzionalità non si ferma certo qui. I dissuasori elettromeccanici risultano ottimali anche per la sicurezza di luoghi a rischio come le banche e le concessionarie, senza contare il fatto che in commercio ne esistono perfino delle versioni antiterrorismo per i luoghi pubblici. Come vedi, pertanto, i loro utilizzi si sprecano e risultano ancora più utili nel caso in cui offrano i ricchi e numerosi optional dei modelli installati da Urban 360 Srl.

Quali sono le caratteristiche dei dissuasori elettromeccanici di Urban 360 Srl

Tra tutte le aziende italiane specializzate nell’arredo urbano, Urban 360 Srl rientra senza alcun dubbio tra quelle più famose, soprattutto per quanto riguarda i suoi dissuasori elettromeccanici. Del resto, è sufficiente effettuare una piccola ricerca su Google per vedere apparire i dissuasori di Urban tra i primi risultati di ricerca. Ma cosa rende questi prodotti tanto apprezzati?

In primo luogo, la notevole resistenza dei materiali con cui sono stati costruiti. Ne esistono infatti due versioni differenti: quella in acciaio zincato e verniciato e quella in acciaio inox, entrambe incredibilmente resistenti all’usura e alla corrosione degli agenti atmosferici. Oltre a questo, sono anche dotati di caratteristiche antisfondamento, grazie a un fondo appositamente rinforzato allo scopo di resistere efficacemente agli urti e alle sollecitazioni ambientali.

Dotati di Omologazione Ministeriale per l’installazione su suolo pubblico, questi dissuasori sono stati progettati in modo tale da risultare ben visibili quando sono in azione, così da non rappresentare un pericolo per le autovetture, i pedoni e soprattutto i bambini. I modelli destinati a un utilizzo pubblico, come per esempio quelli installati nei centri storici e nei supermercati, sono dotati anche di luce a LED allo scopo di renderli sempre maggiormente visibili.

Quello della luce a LED, tuttavia, non è l’unico optional presente. In aggiunta ci sono anche:

  • un cicalino sonoro progettato per azionarsi ogniqualvolta il dissuasore entra in movimento;
  • spire elettromagnetiche per la rilevazione delle auto, così da evitare che il dissuasore non si alzi quando un veicolo si posiziona sopra di esso;
  • un rilevatore sonoro di sirene per le forze dell’ordine e i mezzi di soccorso, in modo che il dissuasore si abbassi per farli passare anche in assenza di radiocomando.

Come puoi capire tu stesso, strumenti di questo tipo possono risultare enormemente utili per la sicurezza stradale. Basterebbe soltanto che le istituzioni iniziassero a valorizzarli davvero, installandoli in tutte le zone a rischio.

Le istituzioni non dovrebbero sottovalutare il problema sicurezza e integrare nuovi elementi di arredo urbano

Risale a pochissimi giorni fa la notizia di un’auto che, entrata a tutta velocità in una via residenziale, è finita dritta contro un’auto in sosta. O, ancora, quella relativa all’installazione di nuovi dissuasori di sosta alla stazione di Lissone (MB), proprio allo scopo di evitare il posteggio selvaggio e incontrollato dei pendolari. Fatti di questo tipo si possono riscontrare in tutta Italia: un dato particolarmente allarmante che fa chiaramente capire quanto siano importanti i dissuasori elettromeccanici ai fini della sicurezza stradale.

Ciò che lascia basiti, tuttavia, è che la loro installazione avviene sempre a danno già avvenuto, un po’ come “chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati”, per dirla con un noto adagio popolare. Meglio di niente, certo, ma se questi strumenti venissero usati nella maniera corretta e installati di default, forse sarebbe anche possibile evitare a prescindere incidenti e soste selvagge, con tutti i disagi che ne conseguono.

L’arredo urbano, tuttavia, rappresenta da sempre un tema molto spinoso. Il nostro Paese è tristemente famoso per i suoi cartelli stradali usurati, illeggibili o perfino vandalizzati. In molti casi non sono nemmeno collocati nella maniera corretta, fino al punto da risultare completamente assenti. Questo vergognoso degrado si estende all’intera segnaletica stradale, comprendendo anche le barriere di sicurezza come i dissuasori elettromeccanici.

Se ci pensi bene, ti verranno in mente diversi posti, tra quelli che abitualmente frequenti, che necessiterebbero dell’installazione di questi importantissimi strumenti. Perché, dunque, non sono presenti? In parte per questioni burocratiche: per la loro installazione occorre infatti che il proprietario dell’area in questione richieda il permesso al Comune. Una trafila che richiede oggettivamente diverso tempo.

Oltre a questo, è poi necessario pagare sia i dissuasori stessi, sia i lavori per la loro installazione. Come avviene molto spesso in questi casi, il comune tende a non concedere il nulla osta per l’installazione, una vera e propria costante quando si parla d’intervenire sul miglioramento dell’arredo urbano.

La speranza, pertanto, è quella che gli enti si rendano conto, una volta per tutte, della grande importanza rivestita da queste barriere e dall’arredo urbano in generale. Solo in questo modo, infatti, sarà possibile garantire una viabilità più sicura, eliminando definitivamente tutti quegli incidenti causati dall’incuria, dal degrado urbano e dall’assenza di una segnaletica efficace.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »