Referendum Costituzionale - riduzione del numero dei parlamentari
Si
No
50 |
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno
Elezioni Regionali CAMPANIA 2020
Vai allo speciale
ultimo aggiornamento: - fonte: Ministero dell'Interno

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Le 3 cose che devi sapere per iniziare a fare trading

Fare “trading” vuol dire letteralmente “negoziare” e oggi, come saprai lo si fa online, comodamente da casa, con un device e una buona connessione. Per fare trading online si utilizzano piattaforme specifiche, offerte di norma da broker online a titolo gratuito. All’inizio le cose da imparare sembrano un’enormità e in effetti il trading è una disciplina articolata e complessa, fatta di tante piccole tessere importanti utili alla fine a comporre un puzzle, quello della propria personale strategia.

Anche se infatti ci sono regole che valgono per tutti, il vero trader ha successo perché sviluppa un proprio modo di fare trading che lo distingue da qualunque altro professionista di questo settore. Il proprio modo personale di fare questa attività si sviluppa in ogni trader naturalmente mano a mano che si destreggia nelle compravendite, ma è chiaro che ci vogliano delle solide basi e gli strumenti giusti per sfruttare le sue doti in maniera pratica ed efficace. Quando si comincia, in ogni caso, le domande che ci si pone sono diverse, vediamo le principali e diamo loro una risposta.

Cosa si compra e cosa si vende nel trading?

Quando si fa trading online si possono comprare e vendere diverse tipologie di prodotto. Un classico molto diffuso, ma non per questo più facili, sono i cambi di valute, ovvero quello che finisce sotto il nome di “forex”. Sulle piattaforme più serie del settore non solo si possono trovare alcune informazioni sul forex trading , ma vere e proprie guide dettagliate che spiegano quel particolare ramo, arricchite di esempi e ovviamente la possibilità di provare in demo questo tipo di prodotto.

Nel trading è altrimenti possibile trattare le azioni, quelle delle aziende più importanti, anche in questo caso non bisogna dare nulla per scontato e, per riuscire al meglio, è importante non solo tenere d’occhio la Borsa, ma anche i progetti, le intenzioni, la situazione commerciale nel settore d’interesse relativo all’azienda di cui si sono comprate le azioni. Oltre a valute e azioni, è possibile anche fare trading su criptovalute, indici di Borsa, materie prime, obbligazioni, ETF e altro: in base ai propri interessi, insomma, è possibile fare trading in vari settori.

Ci si iscrive ad una piattaforma? A che cosa serve?

Iscriversi ad una piattaforma di trading è il modo più semplice di giocare in borsa, specie se si è alle prime armi. Nelle piattaforme più complete e strutturate si potranno trovare qui informazioni interessanti su ogni tipo di investimento possibile, con spiegazioni di dettaglio per capire come funzionano i mercati. Oltre a guide di vario genere, qui si potranno trovare indicazioni su come gestire i propri investimenti a livello economico.

Sui siti dei broker più rinomati si possono trovare corsi online, consigli di trader già professionisti, guide, esempi di successo, ma quello che forse è fra gli strumenti più utili che vengono forniti, c’è sicuramente il demo di trading. Questo potremmo dire essere il metodo più efficace, diretto, comprensibile, istruttivo per capire davvero come funziona il trading. Che modo migliore, infatti, di imparare se non sul campo? Il vantaggio è che, per l’appunto, si prova, senza di fatto investire (e nemmeno guadagnare) nulla, ma poco importa. Una buona lezione, come un test sul campo, è impagabile. Chiaramente nella demo non si va ad influenzare il mercato reale, ma se ne ha dimostrazione nella teoria.

Quali sono i migliori broker per fare trading sul web?

Compresa l’importanza di affidarsi ad un broker serio ed affidabile ecco che il “principiante” si connette ad internet per iscriversi ad una piattaforma. Ecco però che si trova davanti numerosi broker fra cui scegliere: i titoli, gli slogan, le grafiche sono diverse, ma qual è lo strumento migliore? Come scegliere fra i vari broker? La verità è che online ci sono molte piattaforme del genere e la scelta quindi non è affatto semplice.
Tuttavia la scelta del broker è il primo passo fondamentale per lavorare bene e avere successo.

Alcuni siti del settore forniscono una recensione dettagliata dei più importanti ed affidabili broker che ci sono, indicando anche i singoli settori di interesse e ogni informazione importante per capire quale scegliere.

È bene sapere, infatti, che non tutti i broker consentono di investire in tutti i settori, alcuni ne coprono alcuni, altri invece ne coprono altri. I broker più famosi sono e-Toro, plus500, AvaTrade, Roinvesting, ETFinance e altri. Ogni broker può richiedere un deposito minimo per cominciare. Comprendendo bene, quindi, le proprie esigenze ed i propri interessi è possibile piano, piano escludere i vari broker per fare la propria scelta.

Una volta capito cosa si cerca e quale piattaforma è quella giusta per cominciare, è possibile trovare delle guide complete e articolate sull’utilizzo dei singoli broker, così da destreggiarsi bene in tutta la strumentazione fornita dagli stessi e come impostarli.

Più informazioni su

Commenti

Translate »