Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

La grande comodità delle carte prepagate

Diciamoci la verità, in Italia sono ancora molti coloro che preferiscono non usare una carta di credito. Solitamente è perché temono di non riuscire ad avere il controllo sulle spese che effettuano; o anche perché nelle abitudini famigliari c’è anche quella di lasciare la carta ai figli, ad esempio per acquistare dei libri o per fare la spesa per la casa; o ancora perché hanno paura delle potenziali truffe, soprattutto con le spese online. Per evitare di utilizzare una carta di credito ma avere comunque a disposizione un metodo di pagamento elettronico pratico e veloce esistono le carte prepagate. Molto comode e facili da utilizzare, oggi le propongono diverse banche e società di gestione.

Cos’è una carta prepagata

Una carta prepagata non è una carta di credito e neppure una carta di debito. Sostanzialmente si tratta di una carta elettronica, che si può utilizzare per i pagamenti online e nei negozi presenti sul territorio, sulla quale è possibile caricare una certa somma di denaro. In caso di furto o clonazione si ha così la tranquillità di non trovarsi con il conto corrente prosciugato (anche se in effetti tale possibilità è oggi remota); o anche di fornire ai figli un metodo di pagamento elettronico con disponibilità limitata, da utilizzare per una singola spesa o anche durante una gita o una vacanza. Le carte prepagate contactless Nexi offrono tutta la comodità della modalità di pagamento senza contatto; in più la gamma proposta è ampia e comprende carte gestite dal circuito Visa e altre gestite da MasterCard.

Come funziona una prepagata

Si tratta in sostanza di un metodo di pagamento che offre le medesime caratteristiche fisiche di una carta di credito. Con sul fronte il nome dell’intestatario, il classico codice a 16 cifre e la data di scadenza. Sul retro invece troviamo un codice a 3 cifre, per l’autenticazione durante i pagamenti da remoto, ad esempio per pagare gli acquisti su un e-commerce. Mentre una carta di credito si appoggia a un conto corrente e preleva i soldi dallo stesso all’inizio del mese successivo rispetto a quello in cui sono state effettuate le spese, la carta prepagata preleva subito i fondi necessari. Ma non lo fa da un conto corrente, bensì dalla carta stessa. In pratica chi utilizza questo metodo di pagamento deve ricaricarlo, versandovi dei fondi.

Come ricaricare la carta prepagata

Una carta prepagata si ricarica dal sito o dall’applicazione della società che ci ha fornito la carta stessa, che può essere una banca o anche una realtà differente. La ricarica avviene in pochi attimi e consente di utilizzare subito i fondi caricati. Si tratta di una comodità massima per chi desidera, ad esempio, dare ai propri figli del denaro da utilizzare durante una gita o una vacanza lontano da casa. Non solo la somma a disposizione è prefissata, cosa che impedisce di spendere più di quanto si ha a disposizione; in caso di necessità si possono ricaricare i fondi necessari per una spesa imprevista o per risolvere una problematica, in modo da poter continuare a usare la carta senza problemi.

Più informazioni su

Commenti

Translate »