Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

I giovani italiani si stanno abituando alla cucina straniera. Ecco i piatti non italiani che preferiscono i nati dopo gli anni ’80

Non solo la cucina della nonna, ecco il cibo straniero che piace ai giovani italiani

La nonna è sempre la nonna. I profumi e i manicaretti che fuoriescono dalla sua cucina sono impareggiabili, una vera e propria sicurezza proverbiale che tutte le domeniche ci spinge a desiderare un bel piatto di lasagne. E se per caso dovesse succedere che all’ora di pranzo invece della lasagna venisse servito un roll di sushi o un piatto di spaghetti di soia, sarebbero veramente in pochi ad esserne felici. Gli italiani sono tra i popoli che più diffidano della cucina straniera. Lo ha dimostrato il caso diventato virale della pasta al pollo e spinaci bollita nel latte made in USA, che ha suscitato i malumori e le critiche di mezza Italia. Ma tra tutti questi diffidenti c’è qualcuno che va controcorrente e, come di consueto, si tratta dei giovani. Le nuove generazioni hanno dimostrato infatti di non sdegnare affatto la cucina straniera: dai più classici hamburger di McDonald’s, fino al tormentone sushi all you can eat, i giovani italiani stanno adattando le loro abitudini alimentari al mondo moderno. Pensate che c’è chi addirittura ha definito questa generazione come la “generazione degli avocado toast”. Ma cos’è un avocado toast? Ve lo spieghiamo subito: ecco una lista dei cibi e ricette straniere più in voga tra i giovani italiani. Per non deludere il nipote di ritorno da Londra!

Avocado toast

Si sono guadagnati l’appellativo di “generazione avocado” per un motivo: i giovani vanno matti per questo frutto dal sapore salato che cresce nelle aree tropicali della terra. I maggiori esportatori sono il Centro e Sud America, il Sud Africa, Israele e da pochi anni è iniziata un produzione anche in Sicilia. Molto apprezzato per le sue proprietà nutritive, il frutto viene mangiato crudo, condito a piacere con sale, olio e limone, spesso accompagnato da salmone affumicato. L’avocado toast tanto amato è proprio un toast di pane integrale con salmone e avocado. L’avocado è anche alla base della salsa guacamole e di molti altri piatti della cucina messicana.

 

By Ollylain, via Wikimedia Commons Licence CC 2.0

Club sandwich

Ai ragazzi affamati a cui a merenda non basta il solito tramezzino servite un bel club sandwich, un piatto di origine inglese, molto diffuso in tutti i paesi anglosassoni. Si tratta di un sandwich a più strati, farcito con qualsiasi cosa abbiate nel frigorifero. La ricetta più famosa prevede l’utilizzo di una carne (pollo o roastbeef), formaggi tipo cheddar, salumi vari, bacon, formaggio e qualche fogliolina d’insalata per mandar giù. Servito a pranzo o durante l’ancora più anglosassone brunch, il club sandwich è un must tra i ragazzi. Una curiosità: il sandwich deve il suo nome a John Montagu, quarto conte di Sandwich. Appassionato giocatore d’azzardo intorno al 1765 inventò la pratica di mangiare la carne tra due fette di pane, per evitare di sporcarsi le mani e quindi le carte da gioco.

Foto By Jessica from Hove, via Wikimedia Commons, Licence CC 2.0

Sushi

Su questo alimento si sono scatenate le peggiori polemiche. Ricetta di origini giapponesi ma ormai popolare in tutto il mondo, si tratta di un assortimento di diverse pietanze: in genere riso, pesce crudo e alghe assemblati e serviti sotto forma di roll. I giovani ne vanno matti perchè è divertente da mangiare con le bacchette e soprattutto perchè è una buona soluzione per mangiare (molto) pesce a poco prezzo. I ristoranti che preparano il sushi consentono infatti di cenare attraverso delle formule “all you can eat” con un prezzo che varia dai 20 ai 30 euro a seconda del ristorante. C’è chi pensa che sia troppo economico per mangiare pesce crudo a volontà, di certo non i giovani.

Foto By EHRENBERG Kommunikation, via Wikimedia Commons License CC 2.0

Bubble Tea Gum

L’ultima moda in fatto di alimentazione straniera è importata dalla Cina e sta veramente spopolando tra i giovanissimi. Il Bubble Tea Gum è una bevanda che, come spiega la parola, è a base di tè (tea) frizzante (bubble) e caramelle gommose (gum). Dovrebbero aggiungere anche la parola cream, perchè spesso questa bevanda viene servita irrorata di una densa crema a base di panna e formaggio. Insomma niente che ci faccia venire l’acquolina in bocca, ma questa bibita asiatica ha i pregi di poter essere bevuta calda o fredda e di poterla personalizzare con i gusti di caramelle preferiti.

Foto  By BubbleManiaCZ, from Wikimedia Commons License CC 2.0

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.