Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Eicma 2019, la fiera dei record: presentato il futuro delle due ruote

Si è svolta dal 5 al 10 novembre la 77a edizione di Eicma (Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo) nei padiglioni di Fiera Milano, a Rho. E’ stata, secondo il presidente Andrea Dall’Orto, l’edizione dei record, con la partecipazione di 1887 brand, provenienti da 43 diversi Paesi e 800mila visitatori. Alla presenza di cariche istituzionali nazionali e regionali, con il taglio del nastro da parte di Diletta Leotta si è dato inizio ad un evento che, anche quest’anno, ha confermato l’attitudine innovativa dell’industria delle due ruote, con la realtà Benelli che si è saputa ritagliare un ruolo importante.

Due ruote, Leoncino e i ruggiti di Benelli

In fiera all’Eicma, Benelli ha presentato la sua ultima, rilevante novità: il modello Leoncino 800, con motore di cilindrata e potenza maggiore ed estetica rinnovata. In mostra accanto alle versioni precedenti con motori da 250 e 500 cc, quello che si può definire l’evergreen di Benelli presenta innovazioni anche nella tecnologia, rimanendo fedele alla linea che lo conferma un modello senza tempo. Presentata anche la versione Trail, con dettagli da fuoristrada come le gomme tassellate e il doppio scarico alto. Entrambi i modelli saranno disponibili a partire da giugno 2020.

All’Eicma, Benelli ha messo in mostra anche la sua Trk 502, una crossover enduro adatta al fuoristrada leggero, così come viene descritta anche sul sito di Due Ruote. Come “enduro stradale” della casa di Pesaro, questa bicilindrica di successo vanta, nella prima metà di quest’anno, il primo posto nella classifica generale delle moto più vendute.

Evoluzione della Benelli: da Pesaro all’auto che vola

Le due ruote hanno messo anche le ali e viaggiano sulle strade dell’alta velocità. A Pesaro, di ritorno dall’Eicma e dal successo della presentazione della nuovissima versione della Leoncino 800, si è svolto un incontro focalizzato sul futuro di Benelli moto, volto a incentivare gli investimenti di aziende straniere nel nostro territorio. L’azienda pesarese nel 2005 è stata acquisita da uno dei maggiori produttori di auto e moto al mondo, la cinese Geely Technology Group Co.. Oggi rappresenta uno dei poli di attrazione per i flussi economici internazionali. E l’appartenenza al gruppo Geely ne accentua le potenzialità, essendo la multinazionale cinese impegnata nella continua ricerca e innovazione della tecnologia su due e quattro ruote.

Ma il futuro dell’azienda si tinge di fantascienza: dopo aver comprato l’americana Terrafugia (impresa che sviluppa auto volanti), Geely ha infatti recentemente sperimentato proprio la Fly car, un prototipo di auto completamente elettrica che non circola su gomma ma vola come un drone. Continua, dunque, l’evoluzione di Benelli, messa in evidenza anche dalle parole di Xu Zhihao, amministratore delegato di Geely, durante l’incontro di Pesaro: il settore progettistico e produttivo

Più informazioni su

Commenti

Translate »