Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Coronavirus e nuova realtà. Come vivere in sicurezza?

Durante la pandemia di coronavirus, tuttora in corso, dobbiamo imparare a vivere in una nuova realtà: al lavoro, a casa e anche durante la spesa quotidiana. In ogni paese, l’eliminazione delle restrizioni e la riapertura dell’economia hanno dinamiche diverse. Come possiamo salvaguardare noi e i nostri cari?

Il recupero dell’economia è un processo molto complicato e con dinamiche diverse in ogni nazione. Molte persone pensano che sia impossibile tornare alla realtà precedente. Inoltre non è chiaro come sarà questa “nuova realtà”. Le attuali restrizioni saranno in vigore fino all’invenzione e somministrazione di un vaccino o una cura efficace per questa malattia.

Tuttavia, in Italia da lunedì 18 Maggio inizia la “fase 2”, con una caduta di tutte le limitazioni alla libertà personale. Oltre alla possibilità si spostamento da una regione all’altra, dal 3 Giugno ci sarà una graduale riapertura delle frontiere con alcuni Paesi europei dove nonsono in atto misure di quarantena.

Nei negozi e nelle boutiques dovranno essere applicate limitazioni al numero di clienti in base alla loro superficie, garantendo sempre il distanziamento sociale di un metro tra un cliente e l’altro, la sanificazione, l’uso di protezioni individuali, e se possibile l’ingresso e l’uscita devono essere differenti. Inoltre, il Governo ha invitato al “massimo utilizzo” dello smart working almeno, fino al termine dello stato di emergenza.

Sicurezza sul lavoro

Per ridurre il rischio di infezione, il Governo ha sviluppato raccomandazioni da osservare nei luogo di lavoro. Tra gli altri troviamo:

  • Pulizia e sanificazione periodica dei locali (sia negli uffici che nei reparti produttivi)
  • Precauzioni igieniche personali – è obbligatorio attuare tutte le precauzioni igieniche, in particolare la frequente pulizia delle mani con acqua e sapone
  • Adozione di dispositivi di protezione individuale
  •  Gestione spazi comuni, con mantenimento della distanza di sicurezza di 1 metro tra le persone e garanzia di sanificazione periodica e pulizia giornaliera

Shopping sicuro

I negozi e le boutiques devono garantire il distanziamento sociale minimo di un metro tra clienti, oltre ad assicurarsi che vengano usate protezioni individuali, ed ingresso ed uscita differenziate. Inoltre, nei negozi di abbigliamento o calzature, i prodotti dovranno essere disinfettati ogni volta che vengono provati e si potrà toccare i capi solamente con i guanti.

Coronavirus e nuova realtà. Come vivere in sicurezza?

Visite sicure ai saloni di bellezza e dal parrucchiere

Al giorno d’oggi la sicurezza è un imperativo. Perciò le modalità con le quali i saloni di bellezza e i parrucchieri opereranno saranno diverse da quelle alle quali eravamo abituati. Il Governo ha sviluppato delle linee guida anche per queste attività:

  • Dal parrucchiere e dal barbiere si potrà andare solo su appuntamento. Inoltre ogni cliente dovrà entrare da solo, nel caso occorra accompagnare un minore o un disabile lo si dovrà comunicare durante la prenotazione.
  •  Dopo ogni trattamento, gli strumenti utilizzati (forbici, pettini, ecc.) dovranno essere sterilizzati oltre le normali procedure di prevenzione in atto per il settore, e andranno disinfettate frequentemente le superfici comuni, utilizzate da più persone (comprese tastiere, pos, maniglie e corrimani).
  •  Le finestre andranno tenute sempre aperte, oppure gli aeratori dovranno funzionare per l’intero orario di apertura. Non sarà possibile sfogliare giornali e riviste. Bisognerà privilegiare la conversazione col cliente tramite lo specchio e, dove possibile, svolgere le procedure rimanendo alle sue spalle.

Per i centri estetici le misure per regolare l’accesso ai locali da parte della clientela sono le stesse di barbieri e parrucchieri. Di seguito le misure più importanti:

  • bisogna mantenere una distanza di almeno due metri di tra una postazione e l’altra, bisogna effettuare la prenotazione e se possibile lavorare con le porte aperte.
  • I clienti dovranno avere sempre la mascherina a partire dall’ingresso nel locale a eccezione del tempo necessario per effettuare i trattamenti che non lo rendono possibile. In particolar per i trattamenti estetici del viso che prevedono l'utilizzo di vapore e/o generazione potenziale di aerosol potranno essere effettuati solo in locali fisicamente separati, che devono essere arieggiati al termine di ogni prestazione. Durante i trattamenti estetici, i pannelli della cabina dovranno essere chiusi.
  • Per tutti gli addetti c’è l’obbligo di utilizzo di mascherine chirurgiche durante tutta la giornata di lavoro (mascherine FFP2 o FFP3 per le cure del viso che prevedono l’utilizzo di vapore e/o generazione potenziale di aerosol), di visiere e schermi facciali e di guanti in nitrile che dovranno essere cambiati per ogni cliente.
  • Infine viene consigliato l’utilizzo di grembiuli e asciugamani monouso. Quelli riutilizzabili devono invece essere lavati ad almeno 60 gradi per 30 minuti. In tutti i casi possibili le procedure devono essere svolte rimanendo alle spalle del cliente.

Enbio Safe – certificato di sicurezza

La sterilizzazione in autoclave comporta la distruzione di tutte le forme di microrganismi dannosi, comprese le spore. Lo strumento che ha subito il processo di sterilizzazione è esente da oltre il 99% di agenti patogeni. L’autoclave è un dispositivo utilizzato per sterilizzare strumenti principalmente riutilizzabili, ad esempio pinze o lime in metallo. L’autoclave è stata classificata come uno degli strumenti chiave per combattere il coronavirus. L’azienda ENBIO è un produttore svizzero di autoclavi di altissima classe medica. Sono utilizzati non solo nei saloni di bellezza e nei saloni di parrucchiere, ma anche negli ospedali e in altre istituzioni mediche.

EnbioSafe è una garanzia per i clienti che il tuo salone è un luogo sicuro. L’idea di questo progetto è nata da standard di sicurezza generali. Nell’ambito della campagna #EnbioSafe, è stata creata una mappa dei saloni sicuri per tutti i luoghi che forniscono trattamenti e/o servizi utilizzando autoclavi: parrucchieri, centri estetici, barbieri, studi di tatuaggi, ecc. Enbio ha creato la mappa dei saloni sicuri dando priorità alla sicurezza.

Ottenendo la certificazione Enbio Safe, questi luoghi garantiscono ai clienti la piena sicurezza durante i trattamenti svolti. Questi luoghi utilizzano autoclavi e l’intero processo di disinfezione e sterilizzazione viene eseguito secondo i principi del protocollo di sterilizzazione. Ogni salone con autoclave Enbio può entrare a far parte di un gruppo dei Saloni Sicuri registrando il dispositivo sul sito web e contrassegnandolo sulla mappa. Inoltre, l’azienda fornisce un adesivo da applicare sulla porta per informare i clienti che stanno scegliendo un luogo sicuro.

Informazioni su come ottenere il certificato EnbioSafe sono disponibili su https://www.enbio.com/it

Più informazioni su

Commenti

Translate »