Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Come proteggere le piante dal freddo dell’inverno: consigli utili

Il freddo della stagione invernale è uno dei peggiori nemici delle piante e dei vegetali i quali interrompono la loro attività vegetativa andando in riposo, come fosse un letargo vegetale in attesa della primavera. Solo alcuni arbusti sono in grado di sopravvivere alle temperature rigide, mentre altre possono addirittura perire. Negli ultimi anni si bada poco alla adattabilità dei vegetali e si coltivano piante tipiche dei climi mediterranei o addirittura tropicali e sub tropicali anche al nord dove gli inverni sono particolarmente rigidi. Per questa ragione, è indispensabile conoscere quali sono le migliori tecniche in assoluto per proteggere i vegetali dal freddo invernale.

Le piante in vaso

Tutte le piante in vaso possono essere protette in maniera piuttosto semplice quando arrivano i primi freddi invernali. Tutti i vasi vanno spostati all’interno, se l’arbusto soffre il freddo e non sopporta le temperature basse. È il metodo migliore in assoluto per far sopravvivere le piante delicate che amano il caldo come quelle grasse o gli agrumi. Le piante in giardino, sul terrazzo e nel balcone possono essere portate dentro casa ma anche sul giro scale, sebbene non riscaldato. In pochi si rendono conto che le casette da giardino non sono tutte uguali e possono esser usate anche come ricovero invernale per alberelli e simili.

I teli e altre coperture

Se invece il problema riguarda la protezione di piante e arbusti che si trovano in pieno campo, allora la questione si complica leggermente. Quando si desidera proteggere una pianta delicata dal freddo, si possono utilizzare dei teli realizzati in diversi materiali. Per esempio, si può optare per teli in plastica oppure in tessuto non tessuto che sono in grado di assicurare anche una maggiore traspirazione. Altre coperture possono essere realizzate semplicemente utilizzando delle stuoie in vimini e simili che consentano agli arbusti di superare indenni in periodi più rigidi.

La pacciamatura

Sebbene la maggior parte delle piante perdano le foglie, la parte vitale resiste. Non si tratta di un aspetto che riguarda solo ed esclusivamente gli alberi, ma anche fiori e simili. Infatti, la radice resiste al freddo ben protetta nel terreno. Per aiutare la radice o anche i bulbi a non morire a causa delle temperature rigide, si può procedere con la cosiddetta pacciamatura. Si tratta di ricoprire la base della pianta il terreno con del materiale organico come segatura, corteccia, foglie secche, aghi di conifere. Quest’ultime sono anche in grado di acidificare il terreno.

La serra per gli ortaggi

Se invece il problema è quello di proteggere gli ortaggi dal freddo, allora il consiglio migliore è installare una serra. In commercio si trovano tanti tipi diversi di serre per orto di ogni misura e materiale facili da installare. Si tratta della soluzione che permette di continuare a produrre verdura e ortaggi nel proprio orto anche in pieno inverno, scegliendo ovviamente con attenzione le culture più adatte come per esempio quelle che fanno parte della famiglia delle crucifere cioè tutti tipi di cavoli.

Più informazioni su

Commenti

Translate »