Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Come fare un preventivo: la guida completa

Vendere un bene, un servizio un progetto senza una adeguata proposta commerciale o un preventivo a volte impossibile. Infatti, non sempre è il cliente a chiedere il prodotto ma è indispensabile che sia l’impresa stessa o il professionista a presentare sul mercato il bene o il servizio. Anche a voi sarà capitato di essere in competizione con altre aziende e professionisti il settore, dovendo quindi intercettare i potenziali clienti come una delle proposte e dei preventivi. In questa breve guida potete scoprire che cos’è un preventivo e soprattutto come strutturarlo perché sia efficace.

Che cos’è un preventivo

Il preventivo è un documento in cui descrivete i prodotti e servizi offerti a un cliente con tutti i prezzi di riferimento. Spesso viene inviato come risposta a una richiesta della cliente. Si tratta di un aspetto importante che differenzia il preventivo da una proposta commerciale. Quart’ultima viene inviata a tutti i potenziali clienti senza che vi sia stata una previa domanda. Capita che siano le proposte commerciali a contenere offerte ma entrambe spesso hanno degli sconti in base alla quantità ordinata.

Come scrivere un preventivo

Dopo aver ricevuto una richiesta di preventivo da parte di un potenziale cliente, dovete concentrarvi sulla stesura del preventivo affinché la richiesta vada a buon fine e diventi quindi un ordine. Ci sono diversi suggerimenti che potete seguire per migliorare la scrittura del vostro preventivo, iniziando da una struttura adeguata e di facile lettura. Infatti, il preventivo deve essere facile da leggere grazie a una struttura il più possibile schematica.

Nella parte iniziale, inserite i dati relativi alla vostra azienda, il numero di preventivo e tutti i dati del destinatario nonché i termini di pagamento. Proprio come le fatture, i preventivi vanno numerati per poterli raccogliere grazie a prodotti per ottimizzare l’archiviazione.

La seconda parte è quella più sostanziale dove descrivete i prodotti e i servizi con il relativo prezzo, specificando se l’Iva è inclusa o meno. Nella parte finale del preventivo ricordate di inserire eventuali offerte in merito al numero ordinato e anche la validità, cioè la data entro cui l’offerta è da considerarsi valida.

Altri suggerimenti validi per il preventivo

Dopo aver parlato in generale di come si realizza un preventivo, dovete seguire altri suggerimenti per renderlo davvero efficace. Una delle frecce principali al vostro arco è la personalizzazione. Un preventivo standard che inviate uguale a tutti potrebbe non centrare l’obiettivo perché alle potenziali clienti piace sentirsi incluse.

È buona prassi che il preventivo non superi una pagina di lunghezza per evitare di annoiare i potenziali clienti ma conquistarli. La formattazione e il font devono essere chiari e ben leggibili per perseguire l’obiettivo.

In un’ottica di maggiore persuasione potrebbe essere utile aggiungere anche una preview di come sarà il prodotto finito. Un’anteprima può davvero fare la differenza per chi legge il preventivo poiché aiuta a farsi un’idea più concreta del risultato finale. Addirittura, potreste prendere in considerazione anche l’invio di un campione personalizzato.

Più informazioni su

Commenti

Translate »