Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Come fare SEO durante una pandemia

La pandemia che il mondo sta attraversando ha portato alla chiusura di molte attività e alla restrizione di altre negli orari e le modalità di apertura al pubblico. In un’epoca storica in cui contatti e assembramenti vanno evitati o ridotti all’essenziale, il digitale rappresenta una necessità e diviene un’opportunità d’investimento per fidelizzare gli utenti e allo stesso tempo per recuperare nuovi target di potenziali acquirenti.

La pandemia come input alla digitalizzazione

In molte circostanze il Covid ha costretto le attività a fermarsi. Questa situazione però non deve essere necessariamente statica e stagnante. L’alternativa è quella di reinventarsi. E internet può rappresentare uno strumento strategico in questo senso, soprattutto per chi ancora fino ad adesso si era ostinato a non volerne vedere le potenzialità. Ma, come si dice, “di necessità virtù”.

Il distanziamento ha dato una spinta alla digitalizzazione dei processi che regolano la nostra vita in diversi aspetti dell’agire quotidiano.

 

Non stupisce in questa situazione come il fatturato dell’e-commerce sia cresciuto esponenzialmente negli ultimi due anni passando da 1,8 trilioni di dollari agli attuali 2,91 e nel 2021 potrebbe arrivare quasi a 4 secondo una statistica pubblicata negli USA.

 

Per le persone in quarantena o in smartworking, Internet è divenuto l’unico canale per interagire con gli altri, per lavorare e per informarsi.

Il ricorso al digitale è aumentato del 50% in più nelle aree con restrizioni causate dal virus.

 

Il distanziamento fisico spinge gli utenti a ricercare su internet le informazioni, gli articoli e i servizi necessari e questo inevitabilmente incide anche sul volume del traffico di un sito. Più utenti tendenzialmente significa anche più entrate, soprattutto se si lavora bene sulla comunicazione SEO.

Come trasformare la pandemia in un’opportunità

La Seo è un investimento a lungo termine perché punta al posizionamento organico.

Migliorare il posizionamento con la valutazione dell’audit. Se, per le parole chiave più cercate, un portale si posiziona tra i primi risultati nei motori di ricerca, gli utenti vi entreranno più frequentemente

Con la SEO si può migliorare il posizionamento su parole chiave definite dai risultati dell’audit e garantire un traffico maggiore.

Abbiamo chiesto ad Andrea Ronzano, consulente seo a Milano, quali sono i vantaggi di una buona campagna seo e quali strategie risultano più efficaci per ottimizzare le pagine di un sito e migliorarne il posizionamento.

Da questa consulenza seo sono emersi due principi fondamentali dell’analisi delle parole chiave:

  • Ottimizzare i contenuti on site “suggerendo” a Google quelle più importanti attraverso i link interni;
  • Entrare nella mente del lettore cercando di non soffermarsi alla keyword secca ma di approfondire l’intento di ricerca che in essa si cela.

Detto così sembra facile ma la seo professionale non si improvvisa e richiede aggiornamento, studio e al tempo stesso intuizione. Bisogna “parlare” con i motori di ricerca ma anche con gli utenti che cercano online. Questa capacità è alla base del linguaggio seo.

 

Far interagire le pagine del sito

La query di ricerca di Google legge la struttura del sito e utilizza le pagine a seconda come si collegano tra loro e sceglie quelle più importanti.

Potete creare delle categorie di argomenti e collegare a esse pagine di attualità ricercate come possono essere quelle relative al Covid.

 

Valutare i cambiamenti nell’intento di ricerca

Un utente quando cerca qualcosa su internet ha un suo concreto intento in mente. I motori di ricerca stanno affinando questa funzione, infatti le query cambiano nel tempo. La parola Covid, per esempio, faceva emergere solo risorse legate al ceppo del virus, mentre oggi mette in luce anche altre informazioni (numero contagi, durata ondata, regole e restrizioni in vigore etc).

 

In questo momento storico, quindi, è bene utilizzare il tempo online per ottimizzare il marketing digitale e per proteggere l’attività, sfruttando le competenze specifiche che offre un consulente SEO che può lavorare in remoto.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »