Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Casinò, sale scommesse e bingo: quale futuro?

Le sale da gioco terrestri rimangono chiuse, nonostante l’allentamento delle restrizioni per l’emergenza Coronavirus. Con la concorrenza dell’online già forte prima del lockdown, il business del gioco fisico riuscirà a riprendersi?

Il decreto che ha posto fine al lockdown è stato firmato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e ratificato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Eppure, non tutte le attività sono ripartite, ma se alcune sono in procinto di farlo (come palestre e centri sportivi), per altre una data ufficiale ancora non c’è: si tratta delle sale da gioco.

Al momento, i casinò, le sale scommesse, le sale bingo e anche le slot degli esercizi commerciali (come i tabaccai, ad esempio), rimangono inaccessibili, con buona pace delle aziende e soprattutto degli oltre 20.000 lavoratori del settore del gioco fisico in Italia. Sembra che una riapertura possa avvenire a metà giugno, più precisamente il 14, ma la realtà è che una data certa ancora non c’è.

Anche perché il comitato di esperti sul quale il Governo Conte si è sempre appoggiato per prendere le decisioni in materia di emergenza da Coronavirus dovrebbe riunirsi nuovamente a fine mese. Per il 28 maggio, infatti, sono attesi gli ultimi dati ufficiali sulla curva dei contagi in Italia, dati che influenzeranno per esempio la possibilità di spostarsi dalla propria regione a partire dal 3 giugno. Al momento, sembra che l’ipotesi più concreta sia quella di potersi spostare solo tra regioni con lo stesso indice di contagio.

Se però nell’ultima metà di maggio la curva dovesse risalire, non è escluso che il Governo possa rivedere la propria strategia di riapertura, bloccando il via libera alle ultime attività rimaste ancora ferme o addirittura andando a richiuderne alcune già aperte.

Una situazione drammatica per gli operatori del gioco fisico, che già da tempo devono fare i conti con la concorrenza del gioco online. Con l’avvento dei casino live, inoltre, anche il gioco virtuale ha assunto contorni più “umani”, vista la presenza di croupier e dealer in carne ed ossa che caratterizza l’offerta dei giochi live nelle sale da gioco online.

Difficile prevedere il futuro di casinò terrestri, sale scommesse e sale bingo, ma quel che è certo è che ogni giorno che passa addensa sul settore nubi sempre più scure e cariche di pioggia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »