Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Cannabidiolo, cosa sapere prima di acquistarlo: proprietà, benefici, formulazioni

Hai sentito spesso vantare i benefici del cannabidiolo, magari da amici e conoscenti che continuano a raccontare come la propria salute e il proprio senso di benessere siano migliorati dopo aver cominciato ad assumere regolarmente questo derivato dalla Cannabis? Quella che segue è una breve guida a tutto quello che di essenziale c’è da sapere sul CBD nelle sue diverse formulazioni, prima di acquistarlo e per farlo con convinzione.

Una guida essenziale, e per neofiti, all’acquisto di cannabidiolo

È legale, è allucinogeno, può far male? sono in genere i dubbi più comuni tra i neofiti del CBD. La prima cosa che dovresti sapere, così, che il cannabidiolo è completamente legale in Italia. La varietà di Cannabis da cui è estratto è infatti la Cannabis Sativa, anche detta Cannabis light o Cannabis legale appunto perché contiene THC al di sotto della soglia considerata limite nel nostro Paese dello 0.2%. Per la stessa ragione il cannabidiolo non ha effetti stupefacenti o allucinogeni: puoi assumerlo tranquillamente senza temere che il tuo livello di attenzione o il tuo rendimento nello studio o sul lavoro ne risentano negativamente. Proprio perché è legale e non stupefacente, oggi puoi comprare CBD in diverse formulazioni e suoi derivati sia nei tanti negozi specializzati che si trovano ormai in praticamente qualsiasi città d’Italia e sia online, su shop come www.enecta.it.

Tra le cose da sapere prima di acquistare CBD, comunque, ci sono certamente i suoi benefici per l’organismo: più di ogni altra cosa, del resto, se non lo hai mai provato potresti essere interessato a capire perché farlo. Numerosi studi, in letteratura scientifica, hanno ormai da anni identificato le proprietà di questo cannabinoide che, come altri, è essenzialmente in grado di interagire con il sistema endocannabinoide umano. Il CBD gioca, insomma, un ruolo antidolorifico e antinfiammatorio e per questo può essere utilizzato per alleviare dolori di varia natura, dai dolori muscolari negli sportivi ai dolori legati a patologie oncologiche anche severe, e per calmare le infiammazioni, è un ottimo rimedio per esempio contro l’artrite reumatoide. Più comunemente note sono le sue proprietà calmanti che lo rendono adatto per tutti i disturbi di tipo ansioso, anche quando siano cronici o assumano la forma di attacchi di panico. Il cannabidiolo però funge anche da regolatore dell’umore, cosa che ne ha fatto sperimentare l’uso anche nel trattamento di episodi depressivi, e può contribuire a migliorare la qualità del sonno. Sempre più frequentemente, negli ultimi anni, il CBD è utilizzato anche in cosmesi e in dermatologia: creme e sieri alla cannabis ne sfruttano soprattutto il potere antiossidante ed è provato che questo cannabinoide serva nel curare psoriasi e acne, anche croniche.

Come comprare, infine, il CBD? Si è fatto numerose volte accenno al fatto che ci siano in commercio formulazioni diverse di cannabidiolo. Una delle più comuni è il CBD oil: se ne trovano di diverse concentrazioni, dall’1% fino al 20-30%, e può essere utilizzato sia in purezza, per via sublinguale o per uso topico ma anche, per esempio, in cucina per la preparazione o il condimento di pietanze. Le capsule di CBD sono un’ottima alternativa, inodore e insapore e adatta soprattutto al viaggio e quando si è fuori casa. Non è difficile, però, trovare oggi anche ricariche per sigarette elettroniche al CBD, utili per lo più per scopo ludico.

Più informazioni su

Commenti

Translate »