Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Calciomercato 2020: il bilancio dei maggiori campionati europei

Il 5 ottobre si è conclusa un’altra intensa sessione di mercato, influenzata per forza di cose dalla particolare situazione che stiamo vivendo. L’emergenza sanitaria ha infatti rivoluzionato i piani dello sport e di conseguenza anche il calciomercato, così come il mondo delle scommesse calcio, ha subito qualche contraccolpo.

Se siete curiosi di sapere quale sia stato l’acquisto più costoso della Serie A durante questa sessione, quale squadra abbia speso di più in Italia e in Europa, l’Insider ha pubblicato un approfondito bilancio del calciomercato 2020e dei suoi principali protagonisti, completo di dati e statistiche. Mentre la Serie A ha chiuso in netto calo rispetto alle ultime quattro finestre di estive con 760 milioni spesi in questa sessione, a dominare la scena internazionale è la Premier League.

Vediamo insieme come si sono mossi i maggiori campionati europei.

Serie A: quale squadra ha speso di più?

In Serie A la  squadra che nel corso dell’ultima sessione di calciomercato ha speso di più è stata la Juventus con 110,20 milioni di euro, seguita dall’Inter, che ha investito ben 97 milioni di euro. Al terzo posto inaspettatamente troviamo il Parma che ha speso oltre 80 milioni di euro, più di Napoli, Roma e Atalanta, che hanno investito rispettivamente 73.5, 60 e 49.1 milioni di euro.

Qual è stato l’acquisto più costoso della Serie A?

Sul primo gradino del podio troviamo i bianconeri che hanno speso 72 milioni di euro (più 10 di bonus) per portare Arthur a Torino e Pjanic verso il Barcellona. Al secondo posto figura l’attaccante nigeriano Osimhen, acquistato dal Napoli per una cifra complessiva che si avvicina ai 70 milioni: è il colpo di mercato più costoso nella storia della squadra partenopea.  Al terzo posto troviamo Federico Chiesa, giunto in extremis dalla Fiorentina alla Juventus. La formula è quella del prestito, ma la cifra complessiva si aggira sui 60 milioni di euro. Al quarto posto c’è l’Inter, che ha pagato 40 milioni per l’acquisto di Hakimi.

E in Europa?

In Europa tanti club non hanno badato spese: la società che ha speso di più, anche in assoluto, è il Chelsea di Lampard, dando vita a una squadra giovane e talentuosa composta da giocatori del calibro di Kai Havertz e Timo Werner, oltre a Chilwell, Ziyech, Thiago Silva ed Edouard Mendy. Il secondo acquisto più costoso della Premier è stato compiuto dal Manchester City, che, nonostante il Fair Play Finanziaro targato UEFA, è riuscito a portarsi a casa  Ruben Dìas.

Nella Liga spagnola il Barcellona di Koeman non solo non ha perso Messi, che sembrava destinato a lasciare i blaugrana in aperta polemica, ma ha guadagnato Pjanic, arrivato per 60 milioni di euro.

Il trasferimento più esoso della Ligue 1 è avvenuto in casa PSG: l’attaccante argentino Icardi è stato riscattato, dopo la scorsa stagione in prestito, per quasi 50 milioni.

In Bundesliga il Bayern Monaco ha chiuso l’affare con il City per Leroy Sané per 45 milioni di euro.

Più informazioni su

Commenti

Translate »