Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Antiparassitari: tutela e protezione per il proprio cane

Avere in casa un animale domestico significa poter godere illimitatamente di coccole, baci e tenerezze che fanno bene all’umore. Certamente, però prendersi cura del proprio cane richiede un elevato tasso di responsabilità ed attenzione.

Gli animali utilizzano un linguaggio non legato alle parole per esprimere eventuali disagi e problemi, pertanto un occhio attento ed amorevole può far sì che adottino le misure necessarie per prevenire l’insorgere di fastidi e disturbi.

La cura oltre l’alimentazione

Oltre all’alimentazione sana ed adatta al tipo di amico a quattro zampe che si ha, è altrettanto indispensabile proteggerlo da pulci, zecche, zanzare e pappataci. A tal fine, si rivela essere estremamente utile l’impiego di prodotti specifici, come l’antiparassitario Advantix, in grado di repellere le zecche ed uccidere quelle venute a contatto con la cute, eliminando così le pulci impendendo loro di pungere.

Gli antiparassitari sono spot – on, ed a seconda della tipologia sono idonei per la tutela dei cani offrendo loro protezione completa dall’aggressione di pulci, larve di pulci, pidocchi, zecche, zanzare, mosche cavalline e pappataci.

Cosa sono le zecche?

Le zecche sono i parassiti più diffusi nei cani e possono, ove non riconosciute e quando non si interviene tempestivamente, comportare l’insorgenza di malattie ed infezioni più gravi.

Se non eliminate, le zecche possono comportare l’insorgenza di altre malattie come, ad esempio, l’anaplasmosi,caratterizzata da febbre molto alta e può comportare la presenza di sintomi secondari quali diarrea, vomito, inappetenza e paralisi nelle articolazioni infiammate.

Per quanto concerne la babesiosi si manifesta con l’anemia che gradualmente cresce ed aumenta, seguita da febbre alta ed ittero.

Come riconoscere le zecche?

È possibile riconoscere e vedere ad occhio se l’animale è stato attaccato dalle zecche. Solitamente, le parti del corpo maggiormente colpite sono quelle caratterizzate da uno strato di pelle più sottile, come il collo, le orecchie, l’inguine, la zona perianale e tutte le parti in cui il cane incontra notevoli difficoltà per grattarsi.

Il sintomo più evidente e riconoscibile della presenza di zecche è il prurito. Nell’area della puntura, infatti, si palesa un piccolo eritema con conseguente arrossamento che procura al cane prurito e fastidio. Inoltre, a seguito del morso della zecca la pelle inizia a sanguinare comportando, tra l’altro, una piccola emorragia locale.

Oltre ai sintomi di cui sopra, la puntura della zecca può causare intossicazione oppure paralisi degli arti dell’amico a quattro zampe.

Cosa è la Leishmaniosi?

La leishmaniosi è una malattia infettiva e contagiosa causata dal parassita Leishmania, trasmesso dalla puntura di piccoli insetti conosciuti come flebotomi o pappataci.

Si tratta di una malattia che colpisce, irrimediabilmente, il sistema immunitario del cane. L’animale infetto, essendo particolarmente indebolito, potrebbe essere soggetto ad altre infezioni e malattie.

Quando si parla di leishmaniosi ci si riferisce ad una malattia cronica, non completamente e totalmente curabile, piuttosto letale. Pertanto, sarebbe consigliabile al fine di prevenire malattie ed infezioni prendersi cura del proprio cane, anche, assicurandogli controlli veterinari periodici ed utilizzare i dispositivi in commercio per la prevenzione e la tutela dello stato di salute del cane.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »