Quantcast

Positano/Tordigliano. Strada killer, ieri motociclista salvo per miracolo. Non c’è linea e l’ambulanza deve partire dalla Statale

Positano/Tordigliano.  Facciamo una doverosa premessa, abbiamo parlato di tempi lunghi nell’intervento di ieri , dove poteva scapparci il morto, ma non abbiamo parlato di ritardo. Perchè non c’è stato un ritardo vero e proprio nei soccorsi. In questi tornanti non si prende la linea per il telefono cellulare e non è facile quindi chiamare subito i soccorsi, l’ambulanza di Positano si trova all’interno del paese in Via Pasitea a Fornillo e per arrivare deve fare quasi 5 chilometri di “giro di paese” con relativo traffico . Questo per far capire ai nostri lettori che non conoscono Positano il perchè di questi tempi, l’equipaggio del 118 e della Croce Rossa ha fatto di tutto e nel modo più veloce e migliore possibile, già sapevamo dei problemi e lo abbiamo spiegato, ma vogliamo ribadirlo . Nella giornata di ieri si è verificato un altro incidente a Tordigliano che solo per fortuna non è diventato fatale: non è la prima volta che si verifica un incidente grave in questo punto fra Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina . Anzi, si tratta di una vera e propria strada killer. Il motociclista coinvolto nel sinistro di ieri è miracolosamente salvo,  molti si sono impressionati per il tanto sangue visto scorrere a terra e pensavano il peggio. Ma la stessa sorte non è capitata ad altre persone, che, purtroppo, hanno perso la vita qui.

Ci sono alcuni punti su cui riflettere per poter intervenire per prevenire gli incidenti e permettere ai soccorsi di intervenire meglio e prima :

Tratto della S.S. 163 pericoloso per il rettilineo e le moto che corrono, serve almeno segnaletica

Troppa la pericolosità di questo tratto di strada: bisogna sicuramente chiedere all’Anas di mettere maggiore segnaletica e controlli. Ci sono anche alcuni motociclisti che corrono e si esibiscono in questo tratto, finchè non si mette a rischio nessuno è un conto, ma purtroppo spesso dobbiamo riportare con la cronaca vari sinistri e incidenti che vedono coinvolti i centauri .

Manca la linea telefonica per i cellulari, è difficile chiamare il 118 e geolocalizzare il luogo dell’incidente , almeno si posizionino delle colonnine di soccorso

I soccorsi arrivano qui tardi, ma non in ritardo, ci sono alcuni problemi che ne impediscono la tempestività . Manca la linea telefonica per i cellulari, è difficile chiamare il 118 e geolocalizzare il luogo dell’incidente , almeno si posizionino delle colonnine di soccorso  . Succede che qui ci si trova fra due province, quella di Salerno e quella di Napoli, dove nel Comune di Vico Equense si trova Tordigliano. L’ospedale più vicino è Sorrento e non il Costa d’ Amalfi a Castiglione di Ravello, ma spesso viene allertata l’ambulanza di Positano e poi quella di Sant’Agnello.  Oltre alla difficoltà di trovare la linea c’è anche la difficoltà della centrale operativa della Regione Campania nell’individuare il punto esatto, noi di Positanonews pensiamo alla possibilità di mettere colonnine di soccorso, considerato che ci sono decine di incidenti ogni anno non ci sembra una spesa assurda, fermo restando che ci risulta incomprensibile e inconcepibile che in una zona turistica del genere non vi sia linea per i cellulari proprio dove servirebbe di più.

L’ambulanza di Positano rallentata dal traffico interno , durante la stagione turistica deve partire dalla Statale e avere il medico a bordo

L’ambulanza di Positano rallentata dal traffico interno , durante la stagione turistica deve partire dalla Statale e avere il medico a bordo, che purtroppo non sempre c’è . Una riflessione da fare è doverosa, con l’inizio della stagione turistica è inevitabile il traffico, anche se nella normalità, questo rallenta l’intervento dell’ambulanza. L’Asl deve farla posizionare sull S.S. 163 o alla Sponda o alla Chiesa Nuova per ridurre al minimo i tempi di intervento, oltre a pensare, ovviamente, alla spiaggia e al mare, ma sono cose dette e ribadite incontestabili .  Questo per cominciare a migliorare le cose, poi si parla anche di elisoccorso, ma siamo alla fantascienza se pensiamo che non riusciamo ad affrontare tematiche così basilari.

Commenti

Translate »