Quantcast

Lettere da Piano di Sorrento – Se ci avete fatto caso

LETTERE DA PIANO DI SORRENTO
“SE CI AVETE FATTO CASO…”

Se ci avete fatto caso, in molte discussioni di noi italiani, corre spesso l’argomento politica. Sia in pubblico che in privato a volte le discussioni più animate riguardano “la malapolitica”; si suol dire: “siamo governati da incompetenti” oppure “sono tutti mariuoli” ed altre espressioni denigratorie dirette ai politici che, peraltro, siamo noi a scegliere e votare.
Durante le competizioni elettorali l’attenzione e la preferenza dell’elettorato cade sulla simpatia, le amicizie dei candidati, le loro “promesse” che chi aspira al seggio, con molta superficialità, prospetta alla gente. Non si va tanto per il sottile sulla moralità di chi si candida, ma piuttosto sul suo “savoir faire”, quel “faccendierismo” che piace alla gente e pensa: “chille ce sape fa”.
Raramente la scelta cade su persone integerrime, oneste perché si preferiscono i faccendieri. L’opinione pubblica prescinde, il più delle volte, dal ritenere valide quelle persone che esprimono una certa capacità di amministrare. No, vanno avanti i “parolai”, quelli che esprimono sicurezza e sfrontatezza nello stesso tempo.
E così, subito dopo le elezioni, i neoeletti formano presto oggetto delle critiche più accese, specie quando, secondo noi, hanno iniziato un percorso non gradito al nostro modo di vedere ed ostacolano le nostre aspettative di interesse.
E sarà sempre così, fino a quando si voterà con i criteri che conosciamo.
A questo punto nasce spontanea una domanda: ma noi italiani vogliamo veramente essere governati da gente perbene e competente o preferiamo gli imbroglioni dal sorriso accattivante o quelli che favoriscono la sistemazione di un nostro familiare?

avv. Augusto Maresca

Commenti

Translate »