Quantcast

L’Asl Na 3 Sud: necessaria la seconda dose booster del vaccino anti-Covid per persone fragili ed ultraottantenni

L’Asl Na3 Sud ha diffuso una nota a firma del Direttore Sanitario Dr. Gaetano D’Onofrio e del Direttore Generale Ing. Gennaro Sosto avente ad oggetto il potenziamento della campagna vaccinale per la somministrazione della seconda dose booster per persone fragili ed ultraottantenni: «La raccomandazione a fare una nuova iniezione per proteggere i grandi anziani e in fragili over 60 nasce dalla probabilità che dopo alcuni mesi dalla terza dose queste categorie possono rischiare la malattia grave.
Lo dimostrano i dati dell’ultimo bollettino mensile dell’Istituto superiore di Sanità che sottolinea come sui 3.798 decessi tra il 2 febbraio e il 6 marzo 2022, 2.629 sono over 80 (oltre il 70%) e di questi 1.272 (il 50%) hanno già fatto anche la dose booster. Tra l’altro per molti grandi anziani la nuova iniezione può essere fatta subito, visto che la maggioranza ha fatto già la dose booster da oltre 4 mesi, un lasso di tempo considerato l’intervallo minimo per fare la nuova iniezione.
Sulla base di queste considerazioni, l’Azienda Sanitaria Locale Napoli 3 Sud intende mettere in campo una serie di iniziative rivolte proprio ad incentivare la campagna vaccinale anticovid 19 con particolare riferimento alla somministrazione della 2a dose booster per gli ultrasessantenni fragili, gli anziani over 80 e gli ospiti delle Rsa.
In quest’ottica intendiamo proporre alle amministrazioni dei 57 comuni del territorio Asl Napoli 3 Sud l’organizzazione di drive-in vaccinali per le categorie indicate con individuazione dei possibili luoghi dove svolgere l’iniziativa.
Prenotazione all’indirizzo mail: centromobilevaccinale@aslnapoli3sud.it.
La battaglia contro il 19 non è ancora chiusa anche se siamo ben lontani dall’emergenza sanitaria vissuta nei periodi precedenti. Uno scenario cambiato soprattutto grazie alla somministrazione diffusa dei vaccini che nell’Asl Napoli 3 Sud ha raggiunto risultati lusinghieri.
Nonostante ciò il lavoro continua al massimo delle nostre possibilità con l’offerta vaccinale.
Solo vaccinandoci potremo lasciarci il Covid alle spalle e salvaguardare lo stato di salute e il benessere della nostra intera comunità».

Commenti

Translate »