Quantcast

La Salernitana spreca un match poin ad Empoli,Perotti sbaglia il rigore del 1-2

Più informazioni su

La Salernitana fallisce un clamoroso match point salvezza ad Empoli, conquistando solo un pareggio per 1-1 e trovando al “Castellani” tanti rimorsi per l’occasione fallita di staccare le concorrenti. Non basta Bonazzoli, entrato nell’ultimo quarto di match ed un pubblico da pelle d’oca.

La Salernitana scende in campo con la casacca nera e pantaloncini granata: classica tenuta blu per l’Empoli. La gara inizia subito con ritmi alti: Cutrone ha una buona occasione al 2’ ma calcia tra le braccia di Sepe. Poi Vicario va a farfalle su sponda di Djuric, ma i granata non ne approfittano. Salernitana vicinissima al gol al 7’: sul primo angolo del match battuto da Verdi, Djuric inzucca a colpo sicuro, sulla linea respinge di testa Parisi. Un minuto dopo ed è Vicario a dire di no con una super-parata su Gyomber che aveva schiacciato una punizione da posizione defilata. Al 17’ azione insistita di Kastanos sulla sinistra che invita al tiro Mazzocchi: conclusione strozzata dell’esterno che per poco non diventa buona per Djuric. Al 21’ ci prova senza fortuna Verdi dal limite, palla alta. Toscani pericolosi al 24’ con un cross di Pinamonti che Gyomber manda in corner con Sepe fuori tempo. Dal corner seguente spedisce fuori Pinamonti di testa. Percussione di Fazio al 27’ sul tracciante basso Djuric è anticipato di un soffio in corner da Luperto. Al 31’ un po’ a sorpresa, passa l’Empoli: filtrante di Asllani per Cutrone che fulmina Sepe sul primo palo passando tra Fazio e Gyomber. Doccia gelata per la Salernitana, chiamata a risalire la china. Ci prova Verdi con un tiro telefonato facile per Vicario. Ben più pericoloso Radovanovic con una staffilata al 38’ che fa la barba al palo. Anche Ederson si unisce alla lotteria da fuori area, ma non inquadra lo specchio. Al 44’ sinistro a giro alto di Mazzocchi con un Empoli tutto arroccato a difesa del vantaggio. Si va a riposo senza recupero e con l’Empoli avanti 1-0.

Nicola si gioca un cambio a inizio ripresa: dentro Ruggeri al posto di Lassana Coulibaly. Prima occasione con Ederson che spara dalla lunetta un missile di poco alto. Risponde l’Empoli con Verre che chiama Sepe all’intervento e fa sudare freddo i tifosi granata.

Al 7’ dentro Bonazzoli al posto di Kastanos e Salernitana molto offensiva. Cutrone si divora il raddoppio su cross dall’out mancino, il colpo di testa del numero 9 termina a lato. Ha dell’incredibile il gol che manca Bonazzoli appena entrato su assist di Verdi, con un colpo di testa dall’interno dell’area piccola che viene respinto da Vicario. La Salernitana si sbilancia e l’Empoli sfonda in contropiede: solo il palo salva Sepe, con Cutrone che aveva eluso Fazio. L’autore del gol empolese lascia il campo al 57’, al suo posto Bajrami. La Salernitana reclama un rigore al 60’, sul contropiede per due volte è determinante Sepe che si oppone da campione su Bandinelli prima e Bajrami poi. Ancora un cambio per Nicola: Zortea rileva Obi. Gli ospiti collezionano angoli, ci prova Fazio, palla a lato. L’Empoli grazia ancora gli ospiti: con Bandinelli che manda in curva un rigore in movimento. Prova a farsi sentire la tifoseria granata per rianimare una squadra in grossa difficoltà. Doppio cambio per l’Empoli: dentro Henderson e Benassi per Bandinelli e Zurkowski. Un minuto dopo primi gialli del match per Fazio ed Henderson. Palla gol incredibile per la Salernitana al 30’ con Vicario che compie due prodezze su Djuric e poi sul tap-in di Bonazzoli. La pareggia, finalmente Bonazzoli con una rovesciata delle sue sugli sviluppi del corner seguente alla doppia occasione precedente. Si riaccende l’entusiasmo dei supporters granata. Il numero 9 granata va in doppia cifra. Andreazzoli inserisce Cacace e La Mantia per Parisi e Verre.
A dieci dal termine Davide Nicola inserisce Mamadou Coulibaly e Perotti per Verdi e Mazzocchi. Subito protagonisti i due entrati: Perotti suggerisce, Mamadou irrompe e subisce fallo. Massa prima esita, poi va al Var. Seguono secondi di attesa infinita, poi la decisione: calcio di rigore per la Salernitana. Dal dischetto proprio Perotti che si fa ipnotizzare da Vicario che si tuffa alla sua sinistra e respinge. Cestinata un’occasione colossale a 5 minuti dal termine. Ederson si prende un giallo per fallo tattico che gli farà saltare il match con l’Udinese. Massa concede 5 minuti di recupero che si allungano dopo l’infortunio a Bonazzoli che richiede l’ingresso dei sanitari. I minuti di recupero sono convulsi: i granata sbagliano con Perotti, divora anche l’Empoli in contropiede. L’ultimo brivido è la rovesciata alta di poco di La Mantia. La Salernitana si mangia le mani, nemmeno un rigore a cinque dalla fine è bastato per uscire da Empoli con i tre punti ed ora – necessariamente – bisognerà attendere i risultati dagli altri campi.
Fonte salernitana news

Più informazioni su

Commenti

Translate »