Quantcast

Dopo l’incidente mortale di ieri a Sant’Agnello un altro sorpasso pericoloso nello stesso punto. Poteva essere una nuova tragedia

La tragica morte della 58enne Ausilia Apuzzo di Vico Equense, deceduta ieri mattina a Sant’Agnello falciata da un camion mentre attraversava il Corso Italia nel tratto adiacente la Chiesa Parrocchiale, ha lasciato un senso di dolore in tutta la penisola sorrentina ed in tutti coloro che hanno appreso la notizia attraverso i mezzi di comunicazione. Dolore unito alla rabbia per un incidente che si sarebbe potuto evitare. La donna, secondo le ricostruzioni, avrebbe cercato di evitare un motoveicolo e, nell’arretrare repentinamente, sarebbe stata colpita in pieno dal grosso mezzo.
A distanza di 24 ore, però, un cittadino segnala su Facebook un nuovo episodio che per poco non si è trasformato in tragedia e che fa riflettere sulla sicurezza stradale: «Stamattina stesso posto, stessa dinamica. Una macchina in direzione Sorrento si ferma per far attraversare un anziano ed un motorino (guidato da una ragazza) sorpassa l’auto e per poco non investe il pedone. Ormai rispetto ed educazione civica non esistono più».
E’ doverosa una riflessione sul rischio a cui ogni giorno i pedoni sono esposti per colpa di chi non rispetta le regole del Codice della Strada. Troppo spesso si vedono mezzi a due ruote che, incuranti di ogni minima forma di civiltà e di sicurezza, sorpassano incautamente macchine che si sono fermate per consentire ad un pedone di attraversare la sede stradale.
Comportamenti dovuti alla voglia di trasgredire le regole, al desiderio di velocità ed al completo disinteresse per la sicurezza del prossimo.  Attraversare la strada, anche sulle strisce pedonali, rappresenta oramai un rischio enorme per tutti ed in modo particolare per le persone anziane che hanno riflessi più lenti e deambulazione difficoltosa.
A che serve guadagnare quei secondi pur di non restare fermi in attesa che un pedone attraversi per poi riprendere la propria corsa? Fino a quando dovremo piangere vite umane falciate dall’irresponsabilità altrui? Fino a quando dovremo registrare incidenti con persone ferite anche gravemente? Fino a quando dovremo continuare ad avere paura per la nostra incolumità e per quella dei nostri cari?
Troppo spesso chi pone in essere comportamenti di guida pericolosi e non rispettosi delle norme del Codice della Strada resta impunito, continuando indisturbato nella propria condotta incivile. E’ arrivato il momento di chiedere maggiore sicurezza sulle strade con pene esemplari e severe per chi mette a rischio la sicurezza dei cittadini. E’ arrivato il momento di dire basta…

Commenti

Translate »