Quantcast

Biblioteca comunale chiusa a Piano di Sorrento. Anna Iaccarino: “Lavori in programma”

Carta straccia, pavimentazione precaria, un ambiente trascurato. Ci troviamo presso la biblioteca comunale di Piano di Sorrento. Luogo in cui erano in programma dei lavori di riqualificazione che in realtà non si sono mai concretizzati per davvero. Una biblioteca non è necessariamente un luogo dove prendere in prestito i libri. Si tratta di un ambiente fondamentale per lo sviluppo di rapporti sociali: possono essere luoghi di aggregazione per i giovani di un quartiere, per ritrovarsi dopo la scuola. Possono offrire a tutti un posto sicuro e tranquillo dove studiare e leggere, o anche solo incontrarsi con gli amici. È un aspetto che rischia di essere sottovalutato: sono tanti i bambini e ragazzi che vivono in case dove manca un luogo per studiare. Oppure dove è difficile ospitare i compagni di classe. Per tali motivi Positanonews ha voluto approfondire la vicenda, sentendo le parole dell’assessore Anna Iaccarino: La sala congressi e la biblioteca di Via delle Rose sono chiuse perché lì sono previsti lavori di manutenzione straordinaria e ovviamente di impiantistica. I lavori, a suo tempo, sono stati divisi in più lotti. Per ora è stato completato solo il primo lotto che interessa la parte seminterrata della struttura. I lavori, appianate alcune criticità, sono stati ultimati ad inizio di quest’anno e siamo in attesa di collaudo dell’opera. Il secondo lotto, che comprende i lavori nel livello superiore della struttura – appunto quella principalmente adibita a Biblioteca – sulle parti esterne del complesso e, riguardo ad alcuni interventi di impiantistica, tutto il complesso, è ancora in fase di aggiudicazione. Le imprese che hanno partecipato non sono poche e questo ha comportato un rallentamento della procedura. A breve comunque dovremmo avere l’ individuazione del soggetto incaricato delle opere. Per come sono stati immaginati e divisi gli interventi, non si può pensare né ad opere di rapida ultimazione né ad un immediato uso del lotto ultimato. Ma questo non dovete chiederlo a me. Io posso dire che si sta lavorando, solo che a differenza di prima lo si fa in maggior silenzio e senza gettare tanto fumo negli occhi. Intanto, proprio per venire incontro a tante esigenze, ci siamo impegnati a far sì che fosse utilizzabile, in alternativa, il centro polifunzionale.

Fatto sta che ancora oggi non sappiamo quando apra la biblioteca comunale che era uno spazio straordinario ed insostituibile utilizzato da tutti i giovani della Penisola sorrentina per studiare e dall’Unitre per tante belle iniziative sociali, quello che ci sentiamo di chiedere all’amministrazione, che ha gli stessi responsabili tecnici di prima, quindi in buona sostanza non è cambiato il responsabile della materia, è di attivarsi in maniera più sollecita possibile e dimenticare la campagna elettorale, visto che sono passati otto mesi. Buon lavoro

Commenti

Translate »