Quantcast

Amalfi: sold out per la Regata storica delle Antiche Repubbliche Marinare

Amalfi: sold out per la Regata storica delle Antiche Repubbliche Marinare. Domenica 5 giugno 2022, la città di Amalfi torna a essere teatro della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare. Manca un mese ed il programma non è ancora stato definito nei dettagli, eppure nelle strutture ricettive del paese capofila della Costiera Amalfitana già si registra il sold out. Poche le stanze vuote, conservate per gli ospiti storici ai quali è impossibile dire di no.

La 66esima edizione si terrà proprio ad Amalfi con le altre tre Repubbliche Marinare Genova, Pisa e Venezia, che il 3, 4 e 5 giugno faranno riemergere la storica rivalità – o meglio, agonismo – tra quelle che erano le quattro potenze marittime italiane. Il calendario ricco di eventi, ricordiamo, includerà la competizione fra i 4 galeoni protagonisti: il 5 giugno si svolgeranno cortei con sfilata di figuranti che vestono i panni dei personaggi storici che caratterizzarono ciascuna Repubblica, e una regata di 2000 metri, dal Capo di Vettica fino alla Marina Grande. Alla sfida prendono parte 4 equipaggi, a bordo di galeoni ricostruiti su modelli del XII secolo; ognuno è composto da 8 vogatori e un timoniere, più delle riserve. L’equipaggio che taglia per prima il traguardo riceve in premio un trofeo in oro e argento, realizzato dalla Scuola Orafa Fiorentina; rimarrà nelle mani della città vincitrice per poi essere rimesso in palio in occasione della Regata successiva.

Quest’anno, inoltre, una novità: il Comitato Generale delle Antiche Repubbliche Marinare ha infatti approvato all’unanimità l’istituzione di una nuova gara, sempre su galeoni, con equipaggio misto – con donne e non più di quattro uomini – sulla distanza di mille metri.

Il programma dettagliato di incontri, eventi collaterali e happening dedicati, mostre, concerti, rievocazioni storiche, itinerari guidati alla scoperta della storia d’un evento che è cultura, folclore e spettacolo sarà svelato il prossimo 26 maggio 2022 nel corso della conferenza stampa.

Commenti

Translate »