Quantcast

17enne ucraino fugge da Salerno per combattere in patria: rintracciato dai carabinieri

17enne ucraino fugge da Salerno per combattere in patria: rintracciato dai carabinieri. Un diciassettenne ucraino si era allontanato da Salerno perché voleva tornare nel suo paese a combattere. Questo quanto ha raccontato ai carabinieri della compagnia di Salerno, che lo hanno rintracciato dopo la denuncia di scomparsa della madre. Non sopportava più di stare in Italia e di vedere la sua terra martoriata dalle bombe nemiche, per cui ha approfittato che la nonna rientrava a casa ed ha lasciato Salerno con lei, di nascosto.

La madre si è immediatamente recata dai carabinieri, denunciando l’allontanamento: gli uomini del capitano Corvino e del tenente Malaspina si sono subito messi sulle tracce del giovane, cercando anche di individuare la posizione della nonna che lo accompagnava, attraverso l’aggancio delle celle telefoniche da parte dei loro cellulari.

È stato così che, a conclusione di una articolata attività di cooperazione internazionale, i militari della stazione di Salerno principale, con la preziosa collaborazione delle forze di polizia romene, hanno rintracciato 17enne ucraino. Il ragazzino è stato individuato e bloccato al confine romeno, a bordo di un autobus di linea diretto in Ucraina.

Fermato dalla polizia rimena, in sinergia ed in costante contatto con i carabinieri tramite gli organismi di cooperazione internazionale, è stato affidato ai responsabili della struttura di protezione dell’infanzia “Universul Copiilor” in attesa dell’arrivo della madre che lo ha riportato con se in Italia.

Attualmente, le indagini proseguono, per cercare di capire il ruolo della nonna che, a quanto afferma la madre del giovane, avrebbe convinto il diciassettenne.

Commenti

Translate »