Quantcast

Tragedia a Bologna: mamma di 38 anni perde la vita nel sonno

Tragedia a Bologna: mamma di 38 anni perde la vita nel sonno. Silvia Di Pietro, mamma di un bimbo di quattro anni ed ingegnere di professione, ha perso la vita all’età di 38 anni alle prime ore del 28 aprile, nella sua casa di Bologna. Il marito, Giovanni Castellazzi, ha tentato invano di soccorrerla ed ha allertato il 118, ma, purtroppo, gli operatori, arrivati a casa a sirene spiegate, non hanno potuto fare nulla per lei, solo dichiararne il decesso.

Morta nel sonno nella sua abitazione, non vi erano mai state avvisaglie che potessero far pensare ad una simile tragedia. Una notizia inaspettata, quella della morte della giovane mamma che come ingegnere strutturista aveva prestato la sua opera, tra le tante, anche per la ricostruzione post sisma per la Città Metropolitana.

La donna, che si era trasferita a Bologna ai tempi dell’università, per poi sposarsi e trovare lavoro, era rimasta molto legata ad Ascoli Piceno dove era arrivata da Roma ai tempi del liceo, a sedici anni. Nella città marchigiana risiede ancora la sua famiglia: papà Pietro, generale dell’Esercito in pensione e presidente del Coro Ventidio Basso, e mamma Carla. Che non riescono a darsi pace, come pure la sorella Serena.

La procura potrebbe disporre l’autopsia per fare chiarezza e cercare di trovare un senso alla disgrazia, per capire cosa abbia spento per sempre il sorriso contagioso di Silvia. Per ora il marito, docente di Ingegneria all’Alma Mater, ed il resto della famiglia restano in attesa degli accertamenti medico legali.

Commenti

Translate »