Quantcast

Sant’Agnello: Punta San Francesco, il sindaco ordina il divieto di balneazione

Sant’Agnello: Punta San Francesco, il sindaco ordina il divieto di balneazione. Arriva il primo divieto di balneazione della stagione estiva del 2022 in Penisola Sorrentina. Sono partiti, infatti, il 19 aprile i campionamenti di Arpa Campania sulla qualità delle 328 acque di balneazione in cui è suddiviso il litorale della Campania (41 in provincia di Caserta, 148 in provincia di Napoli e 139 in quella di Salerno).

I prelievi saranno effettuati su base mensile, in tutti i punti identificativi di ciascuna acqua di balneazione e in punti aggiuntivi di studio laddove si prevede un maggior rischio di inquinamento. Per la stagione 2022 si prevedono, fino al 30 settembre, circa 2.500 prelievi e oltre 5.000 determinazioni analitiche su circa 480 chilometri di costa adibita alla balneazione.

Nessun problema in Penisola Sorrentina, da Massa Lubrense a Vico Equense, con un’unica eccezione: Punta San Francesco, a Sant’Agnello. Qui sono stati effettuati tre campionamenti a distanza di una decina di minuti l’uno dall’altro, anche perché è stata riscontrata la presenza in mare di chiazze di schiuma marrone. Nel primo caso sono stati rilevati valori decisamente oltre i limiti di legge tanto per gli enterococchi intestinali (2005 mpn su un massimo consentito di 200), che per l’escherichia coli (2005 mpn rispetto ad una soglia di 500). Il test di laboratorio eseguito sul prelievo fatto poco dopo ha visto gli enterococchi intestinali scendere a quota 697, mentre non ci sono state variazioni per l’escherichia coli. L’ultimo campionamento di giornata, effettuato dopo altri 10 minuti, ha visto entrambi i valori rientrare nella norma con gli enterococchi scesi a 20 mpn e l’escherichia coli a 75.

Segnalati i risultati al primo cittadino santanellese, Piergiorgio Sagristani, quest’ultimo ha firmato nel corso del pomeriggio di ieri l’ordinanza che impone il divieto di balneazione per il tratto di litorale “al fine della salvaguardia dell’igiene e della salute pubblica, nelle more di conoscere gli esiti di successivi esami chimico-batteriologici in esecuzione da parte della componente Arpac”.

Nel giro di 48 ore l’ufficio Demanio del Comune di Sant’Agnello provvederà ad apporre nella zona i cartelli che vietano la balneazione.

Commenti

Translate »