Quantcast

Sant’Agnello, Housing Sociale: i confermato anche il secondo sequestro. Appello al Prefetto di Napoli per 37 famiglie da sistemare

Torre Annunziata ( Napoli ) Sant’Agnello, Housing Sociale: i confermato anche il secondo sequestro. Il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso contro il diniego di sequestro dell’Housing Sociale di Sant’Agnello da parte del gip.

Lo scorso mese, infatti, i 53 appartamenti del complesso immobiliare di via Monsignor Bonaventura Gargiulo sono stati nuovamente sottoposti ad un sequestro, gettando nello sconforto, nella disperazione e nell’incertezza i nuclei familiari che ancora dovevano entrarvi ma, soprattutto, le 37 famiglie che, dopo aver atteso a lungo di poter entrare nei propri appartamenti per i quali in molti hanno investito importanti somme di denaro, sono già all’interno delle proprie abitazioni.

Ora la nuova decisione rafforza l’impianto accusatorio del pubblico ministero Andreana Ambrosino, proprio mentre è in corso l’udienza preliminare a conclusione della quale si deciderà sulla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di Elefante, del sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani, dell’ex responsabile dell’ufficio tecnico comunale Agostino Ambrosio e di altri imputati.

L’ultima notizia è l’appello al Prefetto di Napoli per 37 famiglie da sistemare. Una vera e propria emergenza sociale e abitativa in Penisola Sorrentina, anche la Chiesa si trova in difficoltà da Sorrento a Castellammare di Stabia sono impegnati già con le famiglie che vengono dall’Ucraina in guerra con la Russia .

Impossibile trovare sistemazione basta chiedere a qualsiasi agente immobiliare, con la fine dell’emergenza Covid è riesploso il turismo e non si trova una casa. Al momento lo sgombero è stato rinviato a fine maggio, ma non è improbabile che, considerata la grave carenza abitativa , anzi la totale mancanza di possibilità di sistemare tutte queste famiglie, si possa arrivare a concedere l’uso dell’immobile almeno fino all’esito definitivo della vicenda giudiziaria dall’esito per nulla scontato.

Bisognerà ascoltare anche il sindaco Piergiorgio Sagristani e il Costruttore Antonio Elefante poi altri imputati , siamo ancora nella fase dell’udienza preliminare, nella quale si dovrà decidere se rinviare o meno a giudizio e la battaglia è cominciata già in questa fase dove in genere si discute di formalità si stanno manifestando e articolando sia le difese che le accuse.

Una battaglia giudiziaria che nulla ha a che vedere con l’emergenza sociale rispetto alla quale le istituzioni non possono rimanere indifferenti, nel mente che si decide se è o meno abusivo l’housing sociale, se lo si deve abbattere o meno, se deve rimanere o meno, queste famiglie sono un problema della collettività e della società anche di carattere nazionale visto che uno sgombero di queste proporzioni è abbastanza raro, non ricordiamo sia mai stato fatto in Campania, sicuramente mai in Penisola Sorrentina.

Commenti

Translate »