Quantcast

Riapre uno dei Bar storici della Penisola sorrentina il “Bar del Capo”

Riapre dopo la pandemia uno dei Bar storici della Penisola sorrentina: quell’American “Bar del Capo” che il patron Paolo Spartano fondò nel 1948 e che fu punto di ritrovo notturno della Sorrento by night. Ora il capostipite – a più di 90anni la pensione ci sembra il minimo – ha lasciato la tolda della nave al figlio Antonino Spartano, mentre accanto il figlio più giovane – Ira Spartano – gestisce tabaccheria, giornali e giochi digitali online. Il luogo ha la sua importanza strategica, sia funzionale – sorge nei pressi dell’ufficio postale locale ed è adiacente ad un bancomat -, sia come crocevia dei vacanzieri del mordi e fuggi: dal Bar si può prendere la stradina romana che porta ai Bagni della Regina Giovanna. Proprio in questo sito recenti saggi archeologici hanno dimostrato che gli scavi della Villa di Pollio Felice rappresentavano uno dei luoghi privilegiati dell’otium romano. Tavolini all’aperto – con copertura – sulla piazzetta del Capo dove sorbire bibite dopo avere preso i Bagni di mare e poi catch the bus della Sita o della Circum per ritornare al centro di Sorrento. L’aria è quella sospesa dagli affanni della vita e dagli stress odierni.
Vincenzo Aiello

Generico aprile 2022
Bar del Capo, Sorrento.

Commenti

Translate »