Quantcast

Multa di 100 euro ai no vax: fioccano sanzioni a Positano e in costiera amalfitana

Più informazioni su

L’Agenzia delle Entrate è l’ente incaricato all’invio della sanzione una tantum i no vax in Italia. L’ultimo provvedimento varato dal consiglio dei Ministri ha mostrato fin da subito alcune falle che riguardavano il mancato via libera del Garante per la Privacy sulla legittimità della trasmissione dei dati personali.

Multe a Positano e in costiera amalfitana

In questi giorni, tuttavia, stanno arrivando alcune sanzioni ai danni delle persone dai 50 anni in su, senza alcuna dose di vaccino anti-covid 19. A Positano e in costiera amalfitana vengono recapitati gli avvisi da parte dell’agenzia della riscossione. Un provvedimento che era già nell’aria, dal momento in cui nei giorni scorsi si stimava che l’ammenda potesse aver raggiunto circa 600mila soggetti e verrà recapitata ad altre 100mila persone al giorno.

Quando si paga?

Le ammende notificate in questi giorni sono in realtà – come scrive Qui Finanza – sono degli avvisi di pagamento che non dovranno essere pagate subito: chi ha ricevuto la multa avrà 60 giorni di tempo per contestare eventualmente le sanzioni nel caso si fossero nel frattempo vaccinati.Cominciano ad arrivare le prime sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate.

A lavoro senza vaccino, ma multe retroattive

Le multe iniziano a essere inviate quando ormai l’ultimo decreto legge, entrato in vigore dal 25 marzo, ha cambiato le regole e avviato il percorso verso il ritorno alla normalità – scrive SkyTg 24 – . Le sanzioni colpiscono quindi i cittadini no vax in modo retroattivo. Dal primo aprile infatti non ci sono più categorie con obbligo vaccinale e tutti i lavoratori possono recarsi a lavoro con il green pass base, che si ottiene con il semplice tampone negativo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »