Quantcast

Ludovica Bargellini, attrice di 35 anni è morta ieri notte in un incidente a Roma, ha lavorato con Sorrentino in “Young Pope”

Una tragedia sulla quale si sta ancora indagando . Ludovica Bargellini, attrice di 35 anni è morta ieri notte in un incidente a Roma, all’incrocio tra via Colmbo e via di Grotta Perfetta. Al momento sono in corso le indagini per chiarire la dinamica dei fatti. ra l’una di notte. Fra le ipotesi, non si esclude un colpo di sonno che l’avrebbe portata a sbattere contro un muro.

La donna, che aveva studiato Costume al Centro sperimentale di cinematografia a Roma, dopo esser stata liberata dalle lamiere dai vigili del fuoco è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Sant’Eugenio, dove è morta pochi minuti dopo l’arrivo. Non è ancora chiara la dinamica, sono al vaglio le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona.

Nelle foto pubblicate sul sito della sua agenzia appare in tutta la sua fresca bellezza, pelle ambrata e occhi color smeraldo. Tanti i messaggi di cordoglio degli amici che si stanno inseguendo su Facebook. Era a nota a tanti dello spettacolo, avendo lavorato anche con Sorrentino nella serie televisiva per Sky Atlantic The Young pope . Dopo essersi diplomata al Centro sperimentale come costumista, Ludovica ha iniziato un percorso teatrale come attrice, formandosi presso il Teatro Azione a Roma dove ha svolto diversi workshop con Ivana Chubbuck, Michael Margotta, Doris Hicks e altri. È seguita una specializzazione alla scuola di recitazione «Jenny Tamburi», sempre nella Capitale, dove ha approfondito la recitazione cinematografica. Dal 2009 ha partecipato ai lungometraggi «Non c’è tempo per gli eroi» di Mugnaini, «Dylan Dog vittima degli eventi» di Claudio di Biagio e «Palato assoluto» di Francesco Falaschi. Per la tv, oltre all’exploit con Sorrentino, è stata protagonista di spot pubblicitari come Campari e Sky – Now Tv.

Su Instagram le instantanee delle sue passioni: la boxe, la pittura, i libri, i viaggi in paradisi perduti ( numerosi i commenti a un suo post dedicato a Clarissa Pinkola Estès scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense, specialista in disturbi post-traumatici: «Siamo pervase dalla nostalgia per l’antica natura selvaggia. Ci hanno insegnato a vergognarci di un simile desiderio. Ci siamo lasciate crescere i capelli e li abbiamo usati per nascondere i sentimenti. Ma l’ombra della Donna Selvaggia ancora si appiatta dietro di noi, nei nostri giorni, nelle nostre notti…»).

Sul luogo dell’incidente sono tornati gli agenti della polizia locale di Roma Capitale e i carabinieri, che proseguiranno anche oggi con i rilievi.

Commenti

Translate »