Quantcast

La solidarietà dei ceramisti salernitani non si ferma

Salerno – È di questi giorni la notizia delle difficoltà riscontrate dal comparto ceramistico italiano nel reperimento dell’argilla, una volta appannaggio quasi esclusivo dell’Ucraina, che ne produceva di ottima qualità e a prezzi convenienti, oggi invece la produzione è totalmente bloccata a causa della guerra. Ma nell’alacre ricerca di individuare nuovi fornitori, Venezuela, Australia, Brasile e India su tutti, se la produzione industriale registra battute d’arresto, le iniziative legate alla solidarietà resistono. È il caso della associazione Humus (http://www.humusonlus.it), di Lauretta Laureti, 61 anni, (artista e presidente) che a Rufoli, sulle colline salernitane, insegna alle persone con disabilità, dai bambini ai più anziani, a modellare l’argilla. E insieme a loro ha partecipato alla realizzazione della Casa del Volontariato di Salerno (http://www.csvsalerno.it ). Le pareti delle grandi stanze della Casa sono, infatti, decorate con mattonelle realizzate dai bambini dell’associazione Humus. La Casa del Volontariato ha preso il posto di un grande negozio sfitto nel corso principale della città, è ubicata a pochi metri dalla stazione ferroviaria e rappresenterà, come racconta lo stesso presidente del Csv Agostino Braga alla collega Paola D’Amico su “Buone Notizie – il Corriere della Sera, 19 aprile 2022”: “Non un contenitore vuoto che distribuisce servizi, ma uno spazio condiviso e partecipato dai volontari, dove le associazioni si fanno carico della Casa, intesa come bene comune”.
A cura di Luigi De Rosa

Generico aprile 2022

In questa foto alcune opere della ceramista Monica D’Urso, anche lei di scuola salernitana, che organizza invece corsi per bambini normodotati a Sorrento ma che non fa parte delle sopra citate associazioni. Se interessati, potete contattarla attraverso questa pagina Facebook: https://www.facebook.com/monica.durso1

Commenti

Translate »