Quantcast

Il mercato del turismo Sorrentino secondo il commendatore Mastellone

Il mercato del turismo Sorrentino: “Forte, ma non troppo”, dichiara il commendatore Gaetano Mastellone. “Innanzitutto ringrazio il direttore di Positanonews, Michele Cinque, per avermi richiesto giusto due righe sul prossimo turismo sorrentino – esordisce Mastellone -. Poi desidero precisare che quando faccio un’analisi il contenuto lo cerco in tre fonti: a). Gli operatori che hanno in mano il mercato. b). Le Associazioni delle varie categorie interessate. c). Varie fonti statistiche. Poi ci metto il mio che è la sintesi e il mettere in chiaro voci & numeri”.

PASQUA
– Le vacanze di Pasqua sono partite bene ma non c’è il tutto esaurito e si stanno  segnalando diverse cancellazioni last minute per covid, che purtroppo è in crescita anche se meno pericoloso. Sorrento ha giustamente legiferato per l’adozione delle mascherine in luoghi di assembramenti, però la domanda di tanti è questa: “Chi vigilerà” e che info sarà diffusa?”. Vedremo.

Good news vengono anche sul ponte del 25 aprile, anche se resta un’ombra per il caro carburante e il rincaro dì molte materie prime che potrebbero incidere sulle tasche dei nostri connazionali e limitare le vacanze anche quelle estive.

Il mese di maggio sarà caratterizzato da una presenza costante di stranieri e con picchi di presenze dovute alla concomitanza di un congresso medico e della Rolex cup. Non male!

Giugno è il mese che tira di più, lieve flessione a luglio ma è ancora presto per parlare di questi mesi per la già citata questione del last minute.

ESTATE PIENA
Non è male come riempimento, ci si aspetta un mercato con molte prenotazioni last minute, però molto dipende dalle condizioni meteo. Per fortuna c’è il ritorno dei mercati esteri, quello inglese in primis e anche quello tedesco che si è ripreso abbastanza bene; prima della guerra le prenotazioni per la stagione erano eccellenti, dopo si è registrato un forte rallentamento ma per fortuna poche cancellazioni. Quindi per l’estate il trend è ultra positivo, mediamente ancora di circa il 10% – 15% meno rispetto al 2019. Questo è comunque già un ottimo risultato e si ha molta fiducia nel recuperare le posizioni. Un operatore mi ha detto una frase molto bella che rispecchia il sentiment di tanti: “La normalità (arrivo di tanti turisti) ci sembra anormale, la presenza di turisti è un’anomalia rispetto agli ultimi 2 anni. Ce la faremo! Però lamento scarsità di manodopera, specialmente nel food and beverage (sala, cucina e bar).

I mercati principali sono UK, seguito dagli USA e dall’Italia. Il mercato UK è ritornato dominante.

Concludo affermando che senza questa maledetta coda Covid e questa tremenda guerra avremmo superato di gran lunga il 2019. Già avevo scritto lo scorso anno che il 2022 sarebbe stato l’anno giusto, ma se lo chiudiamo con un 10/15% in meno del 2019 sarà un successo. E credo che così sarà! Buone vacanze a Sorrento.

Gaetano Mastellone
Commendatore
Presidente GMConsult

Commenti

Translate »