Quantcast

Il 12 aprile presso la Chiesa Madre esecuzione del Requiem di Fauré

A Positano il 12 aprile, alle ore 20:30, presso la Chiesa di Santa Maria Assunta sarà eseguita la messa da Requiem Op.48 uno dei capolavori del compositore e organista francese Gabriel Urbain Fauré (1845 -1924) uno dei grandi di Francia del XIX secolo insieme a Debussy, Ravel e Saint-Saëns. Da un’idea di Francesco D’Arcangelo, Direttore artistico dell'”Associazione Gestione Musica e di Salerno Classica” in sinergia con il Coro Estro Armonico di Silvana Noschese, le Voci bianche de “Il Calicanto” del Direttore Milva Coralluzzo, il Coro Polifonico “Casella” guidato da Caterina Squillace, l’Ensemble Lirico Italiano composto da Alessandro Zerella, Giuseppina Niglio, Mattia Cuccillato e Francesca Scognamiglio, alla viola Cristiana Tortora, al violoncello Ludovica Ventre, al contrabbasso Luigi Lamberti, Fabio Marone e Marco Alfano al fagotto, al corno Vincenzo Di Lieto e Diana Gargano, Benito Albano alla tromba, Giuseppina Papaccio all’arpa, baritono solista Antonio Cappetta e, dulcis in fundo, la beniamina di casa Marianna Meroni all’organo. Il Requiem in re minore Op. 48 è la più nota delle opere del grande compositore francese. La versione che sarà eseguita, secondo quanto rivelato alla stampa dal Direttore di Francesco D’Arcangelo, sarà quella del 1893, la cosiddetta intermedia ancora considerata “D’Eglise” ma arricchita da diversi nuovi strumenti rispetto alla prima. L’opera è in sette movimenti, il pezzo è composto per soprano e baritono solisti, coro misto, orchestra e organo. Diversamente dalle tipiche ambientazioni dei Requiem, l’intera sequenza “Dies irae” viene omessa, sostituita dalla sua sezione “Pie Jesu”. Il movimento finale “In Paradisum” si basa su un testo che non fa parte della liturgia della messa funebre ma del funerale. Il pezzo debuttò nella sua prima versione nel 1888 alla Chiesa della Madeleine per una messa funebre. “L’intero Requiem”, aggiunge il M° D’Arcangelo nelle note introduttive all’esecuzione, “ci trasporta in un’atmosfera di raccoglimento in grado di restituire intatta l’immediatezza espressiva, la delicatezza, di una poesia musicale che rende questa composizione uno dei capolavori assoluti della letteratura sacra ottocentesca”.
A cura di Luigi De Rosa

Generico aprile 2022
Programma dei concerti di Musica Sacra mese di aprile 2022

Generico aprile 2022
Francesco D’Arcangelo, Direttore artistico di Salerno Classica

Comune di Positano : https://www.facebook.com/comunedipositano

 

 

Commenti

Translate »