Quantcast

Giornata del Mare a Meta e Piano di Sorrento

Un giorno di incontri e lezioni di vela e kayak per gli studenti delle scuole secondarie

Diffondere la cultura e il rispetto per il mare tra i giovani della Penisola Sorrentina, parlando di ambiente, lavoro, sport e proponendo una serie di attività pratiche ad esso legate. Questo lo scopo della serie di eventi, destinati ai ragazzi degli istituti secondari di primo e secondo grado, che hanno avuto luogo questa mattina tra Meta e Piano di Sorrento, in occasione della Giornata nazionale del Mare.

La manifestazione, che ha incassato il patrocinio dei comuni di Meta e Piano di Sorrento, è nata dalla collaborazione tra il Circolo Nautico Marina di Alimuri di Meta, l’Istituto tecnico nautico “Nino Bixio”, il Dipartimento di scienze e tecnologie dell’università “Parthenope” di Napoli, l’ente “Area marina protetta di Punta Campanella”, la Capitaneria di Porto di Meta e Piano di Sorrento, le associazioni “Casina dei Capitani” di Meta, “La grande onda”, “Delegazione Marevivo Sorrento – Penisola Sorrentina”, “Vel’a Tarchia”, “Amici del Mare” e il consorzio “Terra del Mare”.

A partire dalle 9, presso la Casina dei Capitani di Meta, si è tenuto un incontro sulla storia della marineria sorrentina e la sicurezza in mare. Sono intervenuti Giovanni Guarracino (Segretario dell’Associazione Marittima di Mutuo Soccorso tra Capitani), Marco Caputo (comandante dell’Ufficio locale marittimo di Meta) e Enzo De Pasquale (ex ispettore del R.I.N.A. e cultore delle tradizioni nautiche della Penisola sorrentina).

Parallelamente, sulla spiaggia di Meta gli studenti hanno potuto cimentarsi in una serie di esercitazioni teoriche e pratiche di velakayak, voga e arte navale. I ragazzi sono stati seguiti dagli istruttori del Circolo nautico Marina di Alimuri e dai soci delle associazioni “Vel’a Tarchia” e “Amici del Mare”.

Sempre sulla spiaggia metese, nei locali messi a disposizione dagli esercenti, i volontari de “La Grande Onda”, della “Delegazione Marevivo Sorrento – Penisola Sorrentina” e il personale dell’ente “Area marina Protetta Punta Campanella” hanno parlato agli studenti delle meraviglie dell’ambiente marino e dell’importanza della sua tutela. Era presente, inoltre, anche personale dell’Ufficio locale marittimo di Meta, che ha illustrato le attività del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e ha sensibilizzato sul tema della sicurezza in mare.

Altri incontri su ambiente marino e sicurezza in mare si sono tenuti anche nelle sale del “Nino Bixio”: qui, a parlare con i ragazzi c’erano il professore Arturo de Alteris dell’Università Parthenope, il comandante dell’Ufficio marittimo di Piano di Sorrento Paolo Avallone e la presidente dell’associazione “La Grande Onda, Laura Cuomo.

Eventi come questo sono fondamentali, specialmente in un territorio come il nostro che da sempre vive in simbiosi con il mare – ha commentato Fulvio Cafiero, presidente del Circolo Nautico Marina di Alimuri -. È necessario che i ragazzi imparino il prima possibile quanto sia importante salvaguardare e rispettare l’ambiente marino, e tale obiettivo viene raggiunto anche grazie allo sport, che riesce a metterli in contatto diretto con la natura”.

Commenti

Translate »