Quantcast

Furore: oggi l’appuntamento con il Palio delle Botti . I video di Positanonews.it

Più informazioni su

Furore: oggi l’appuntamento con il Palio delle Botti. Oggi, sabato 2 aprile a Furore è tornato il Palio Nazionale delle Botti Città del Vino. La cittadina della Costiera Amalfitana, infatti, è stata la location della prima tappa dell’edizione del 2022 del classico appuntamento degli eventi che, tra primavera ed autunno, animano le terre del vino. Di anno in anno il Palio delle Botti cresce sia per numero di partecipanti sia per la passione con cui si affronta la sfida e si gareggia.

Furore: oggi l'appuntamento con il Palio delle Botti

Nato da una idea dell’Associazione Nazionale Città del Vino che volle festeggiare i suoi primi venti anni di attività, la manifestazione si è evoluta nel tempo coinvolgendo sempre più regioni d’Italia. L’appuntamento finale è diventato un evento atteso, così come le varie gare che si disputano per stabilire quali saranno le dieci città finaliste del Palio Nazionale.

La gara consiste nel far rotolare una botte da 500 litri lungo un percorso compreso tra un minimo di 600 metri ad un massimo di 1.500 metri di lunghezza, che deve attraversare le vie della Città del Vino; gli spingitori di ogni squadra si potranno alternare durante la gara; la botte non potrà essere spinta da più di due spingitori alla volta.

Ogni gara vedrà sfidarsi contemporaneamente due squadre: la vincente passerà il turno e si scontrerà con la vincente di un altro gruppo. Inoltre ogni squadra sarà cronometrata per garantire l’eventuale ripescaggio di una o due squadre risultati perdenti.

Partecipano al palio i paesi di Bianco (RC); di Brentino Belluno (VR); di San Gusmè e Castelnuovo Berardenga (SI); Furore (SA); Maggiora (NO); Santa Venerina (CT); Suvereto (Li); Tramonti (SA) e Vittorio Veneto (TV).

Il tempo atmosferico è tutt’altro che rassicurante, ma il regolamento non lascia scampo, si gareggia anche con la pioggia, quindi gli spintori dovranno fare un ulteriore sacrificio fisico, sopportare le avversità atmosferiche oltre che spingere il più velocemente possibile le botti.
Il percorso di gara è tornato quello tradizionale, che ha visto anche Furore vincere la gara, con partenza da via Mola e attraversando la strada provinciale, con il traguardo posto nel Piazzale dei Miracoli, davanti alla Chiesa di San Michele Arcangelo. Un percorso più adatto a questa manifestazione che dà la possibilità agli eventuali spettatori, di poter vedere un bel pezzo di gara, posizionandosi nella parte alta del percorso.
Nove le squadre partecipanti, in rappresentanza di sei regioni italiane, perché la Campania e il Veneto e la Toscana possono vantare due squadre presenti alla manifestazione, ma scendiamo nei particolari ed esaminiamo i singoli partecipanti:
Bianco (RC) – Regione Calabria; Brentino Belluno (VR) – Regione Veneto; San Gusmè – Castelnuovo della Berardenga (SI) – Toscana; Maggiora (NO) – Piemonte; Santa Venerina (CT) – Sicilia; Suvereto (LI) Toscana; Vittorio Veneto (TV – Veneto; Tramonti (Sa) – Campania e la squadra di casa di Furore (Sa) – Campania.
L’incertezza del tempo atmosferico, poi confermatasi, ha frenato qualche altro partecipante che si era iscritto ed alla fine non ha potuto confermare la partecipazione.
Un evento che torna ad assumere la giusta importanza, dopo due anni di sofferenza dovuti al Covid, ma che l’anno scorso, anche se in ritardo, nel mese di Giugno, si tenne con ottimi riscontri di pubblico. Quest’anno, causa il maltempo, forse non sarà possibile ripetersi con le presenze degli appassionati o dei curiosi, ma la gara sarà più che competitiva con la presenza dei campioni 2021 di Maggiora, di Vittorio Veneto e di tutti gli altri, che garantiscono un alto livello sportivo alla gara.

1:32ORA IN RIPRODUZIONE

1:07ORA IN RIPRODUZIONE

0:47ORA IN RIPRODUZIONE

Più informazioni su

Commenti

Translate »